Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

DOMANI CONFERENZA DI SERVIZI SU PROBLEMA TELONI

palazzo_provincia


La delegazione del comune di Rutigliano, composta dal sindaco, dall’assessore all’Agricoltura e dai capigruppo consiliari, si incontrerà domani -martedì 4 maggio alle ore 16,00- con le autorità della Provincia (assessore all’Ambiente, all’Agricoltura e dirigenti provinciali). Matteo Colamussi riferisce che alla conferenza sarà presente un rappresentante del Polieco.

Si discuterà dell’individuazione di un area sulla quale allestire il centro di raccolta temporanea di teli esausti, delle autorizzazioni necessarie alla sua realizzazione e al suo esercizio, autorizzazioni che sono di competenza della stessa Provincia.

E’ probabile che si discuta anche di un Protocollo di Intesa da stipulare tra le parti, che permetta agli agricoltori il trasporto di questo materiale in polietilene al centro di raccolta, un trasporto oggi difficile perchè i teli sono classificati “rifiuti speciali non pericolosi”.

Commenti  

 
#14 Gianni Nicastro 2010-05-04 23:17
Al sig. Antonio Fortunato

Il contributo Conai e Polieco non sono alternativi, sono due cose diverse, hanno natura diversa.
Quello Conai nasce come "sistema" di finanziamento dello stesso Conai e di tutta la sua filiera. Non dà nessun diritto allo smaltimento gratuito dei contenitori vuoti dei fitofarmaci o di altro tipo di imballaggio. E' pagato dalle industrie che producono imballaggi le quali lo recuperano (il contributo) alla prima cessione dell'imballaggio al successivo utilizzatore (che lo riempie di contento).
Il consumatore finale (l'agricoltore in questo caso) nella fattura di acquisto dei fitofarmaci ritrova la dicitura "Contributo Conai assolto ove dovuto" che il rivenditore mette senza obbligatoriamente citare le quantità di imballaggio e la cifra in euro. Questo non significa che non lo si è pagato. Io credo che il contributo sia compreso nel prezzo e, ripeto, non dà diritto alla gratità dello smaltimento (anche perchè il Conai recupera, non smaltisce).

Il contributo Polieco, questo sì, serve allo smaltimento o al recupero gratuito del bene in polietilene.
Sono tutti e due "contributo ambientale", ma con finalità diverse.
 
 
#13 Agricoltore 2010-05-04 20:48
Un conferenza di servizi non può essere aperta a chiunque. E'strettamente composta da politici e dirigenti dei vari settori interessati.
Più in là si sarà una tavola rotonda allargata, dove ci saranno tecnici e rappresentanti dei produttori.
 
 
#12 dolores 2010-05-04 20:06
caro marco81 intendevo l "agricoltore" "agricoltore" colui che dalla mattina alla sera si spezza la schiena per lavorare il suo pezzo di terra perchè sappiamo bene che il mestiere di agricoltore non si improvvisa come qualcuno pensa e fa in questo settore si richiede abilita' conoscenze e attitudini che difficilmente si acquisiscono in poco tempo..... "agricoltore donna" nel suo commento forse "pungente" ma cosi vicino alla realtà parla proprio di competenza in materia.....i "quaquaraqua" i patronati li lascerei volentieri a casa parlano troppo e concludono poco......:cry: saluti
 
 
#11 ZoticMan 2010-05-04 19:31
Citazione:
Mi auguro che tra i copmponenti della nostra amministrazione oltre alla competanza sui treni...
C'è gente che ne sa di ferrovia tanto quanto il mio canarino ne sa di meccanica quantistica.
 
 
#10 marco81 2010-05-04 17:09
Se a rappresentare gli agricoltori, deve andare chi gestisce i patronati a Rutigliano è meglio che si stanno a casa, visto che qualcuno di loro oltre che chiedere i voti alla categoria agricola è stato anche assessore all'agricoltura nelle legislature di Lanfranco Di Gioia. Risultato..... che i teli si usano dagli anni '80 e nessuno di loro si è posto negli anni il problema di come gestire i rifiuti provenienti dal comparto agricolo.
Un grazie di cuore alla redazione di Rutiglianoweb, che sta sensibilizzando l'opinone pubblica su un fenomeno di mal costume che in tanti anni è stato aiutato anche da un atteggiamento di omertà.
 
 
#9 agricoltore donna 2010-05-04 13:45
Condivido l'ossevazione di dolores. Ritengo necessario il coinvolgimento in questa prima fase di persone competenti e rapresentanti del mondo agricolo. Con tutto il rispetto del Presidente del Consiglio, dei Capi Gruppo Consiliari, ma sono competenti in materia, al fine di indirizzare giuste domande ai rappresentanti della Provincia e alla Polieco? Non ho citato il ns Assessore all'agricoltura perchè non lo stimo con tutta sincerità. In un anno di amministrazione non si è dimostrato all'altezza del mandato che gli è stato affidato.
Mi auguro che tra i copmponenti della nostra amministrazione oltre alla competanza sui treni, edilizia, ci sia qualcuno competente sui rifiuti agricoli in senso stretto slegato da appalti e altro ma vicino alle nostre esigenze. Altrimenti come al solito si tratterà solo di fumo ma non si risolverà niente che possa essere di nostro aiuto!Abbi fede mi dice qualcuno!
 
 
#8 dolores 2010-05-04 13:17
......in attesa dell'incontro pubblico...oltre alla delegazione rappresentata da sindaco assessore all'agricoltura e capi gruppo consiliari avrei invitato alcuni componenti della categoria degli agricoltori i quali secondo il mio punto di vista avrebbero dato suggerimenti più pratici e concreti per cercare almeno di risolvere il problema "teloni"... sappiamo bene che tra il dire e il poi metterlo in pratica ce ne passa..... come al solito vi è sempre questa distanza tra il mondo agricolo e le istituzioni.......mi auguro che da questo incontro oltre alla buona volontà (apprezzabile) vi siano risposte vere e soluzioni concrete....attendiamo fiduciosi il "responso" dell'incontro ;-)saluti
 
 
#7 ciani 2010-05-04 00:48
vorrei sapere gentilmente da chi mi puo dare risposta se il contributo conai o polieco e' OBBLIGATORIO quando viene inserito in fattura dato che nessun agricoltore ne richiede il pagamento , signor Nicastro comunque complimenti per aver squarciato un velo sull'argomanto che sembrava come la placenta che tiene un bimbo nella pancia della mamma ,, Inattaccabile.....
 
 
#6 antonio fortunato 2010-05-03 18:27
a Gianni Nicastro, con grande apprezzamento per quello che sta facendo sull'argomento.

...sono d'accordo.. chiarissima la distinzione tra imballaggi e teloni, ne abbiamo parlato diffusamente.

.. un passaggio del secondo incontro telefonico con la Direttrice della Polieco mi ha creato un dubbio e - essendo forse io per natura "un pò pignolo" - acceso la mia attenzione:

.."Se "abc" ha pagato il Conai in una fattura di aquisto dei teli (perchè questo succede anche), gli hanno fatto pagare qualcosa che non doveva"

Sembrerebbe quasi si voglia far passare la tesi che il contributo a Conai e a Polieco sia ... "alternativo"; o si paga ad uno o all'altro consorzio.

Invece a Conai viene riconosciuto il contributo per lo smaltimento gratuito degli imballaggi (in fattura.. "contributo conai assolto ove dovuto") e a Polieco dovrebbe pagarsi (se indicato in fattura per quantità e prezzo) quello per lo smaltimento dei teloni esausti.

Quindi nella stessa fattura potrebbe coesistere il richiamo ad entrambi i contributi.
 
 
#5 Teta 2010-05-03 18:08
Sig. Nicastro,
sarà presente anche lei? Almeno così le notizie a noi cittadini riguardo le probabili decisione dell'amministrazione arriverebbero prima!
 
 
#4 agricoltore donna 2010-05-03 17:58
Mi auguro alla conferenza dei servizi si chiarisca anche la problematica relativa au fusti vuoti di fitofarmaci visto che sarà presente la Provincia di bari e si discuta del Protocollo d'intesa dei rifiuti agricoli della Provincia di Bari.
 
 
#3 abc 2010-05-03 17:48
... Bene ci siamo riusciti, ma sapete che anche in altri paesi ci sono problemi teli? Io ho fatto anche un giro per le campagne di Noicattaro e Casamssima Turi; pure loro abbandonano teli su cigli di strade e angoli in proprietà propria, quidi questo problema come vedete non esiste solo a Rutigliano cari paesani... Casa si fa?
 
 
#2 Gianni Nicastro 2010-05-03 16:23
Vorrei dire al sig. Antonio Fortunato che la competenza dei due consorzi obbligatori (indipendenti l'uno dall'altro) sono abbastanza chiare: il Conai gestisce il recupero degli imballaggi di qualsiasi materiale, il Polieco gestisc il recupero e lo smaltimento dei beni di polietilene tra i quali troviamo i teli da serra (o "teloni" come li chiamiamo noi), tubi di irrigazione, cassette, bins... Su questo non ci sono dubbi.
Il contenzioso non riguarda direttamente la competenza del contributo tra Conai e Polieco, ma la definizione di "imballaggio" o "bene" di alcuni prodotti. Il Polieco dice che questi altri prodotti sono beni, il Conai dice che sono imballaggi. Il motivo del contendere è chiaro: a seconda della definizione il contributo va a uno o all'altro. E comunque il contenzioso è ancora in itinere.

Sul fatto che chi conpra teli, tubi... in polietilene debba pagare il contributo Polieco è pacifico, non è messo in discussione dal Conai.
Per contro, chi paga il Conai quando acquista teli, tubi... non solo paga un contributo molto più oneroso (190 E/t), ma paga di tasca propria lo smaltimento o il recupero del bene.
 
 
#1 antonio fortunato 2010-05-03 15:11
Non vorrei essere ripetitivo sull'argomento teloni.

Ritengo che alla conferenza di servizi di domani (è presente la POLIECO) manchi forse uno dei due interlocutori, e cioè la CONAI.

Ricordo, infatti, che tra Conai e Polieco è in corso un contenzioso su sulla natura degli "imballaggi" e a chi spetti il contributo( .. e a questo punto bisognerebbe ben capire a cosa serve il pagamento del contributo POLIECO .. se è sempre per gli imballaggi o ... anche per lo smaltimento gratuito dei teli esausti).

Il Tribunale civile di Roma, sezione terza, con sentenza n. 10050/2006 del 3 maggio 2006, in accoglimento delle domande avanzate da CONAI, ha accertato e dichiarato l’obbligo al pagamento del contributo Conai sugli imballaggi (vedasi mio commento del 28.4.)e NON a Polieco.

Anche l'ufficio legislativo del Ministero dell'Ambiente ha riconosciuto la competenza Conai (e NON Polieco)- con conseguente pagamento del contributo -su tutto ciò che rigurda imballaggio inteso come tale tutto ciò che ha funzioni di contenimento, protezione, movimentazione merci, per consentirne il trasporto e la movimentazione.

Sarebbe opportuno che Polieco chiarisca esattamente:
- la sua posizione sullo smaltimento gratuito ( a prescindere dalla QUANTITA' e QUALITA' del polietilene consegnato), per coloro che hanno corrisposto il contributo Polieco, dei teloni consegnati presso centri di raccolta autorizzati;
- quale è LO SCOPO del pagamento del contributo Polieco (anche congiuntamente con il pagamento a Conai)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI