Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

PIRP, PISTA CICLABILE E CIRONVALLAZIONE

Suolo_Erp_Pirp


Ogni tanto il Programma Integrato di Recupero delle Periferie (Pirp) fa parlare di sé. Ricordiamo che il Pirp è uno strumento di sviluppo che la regione si è inventato quattro anni fa con l’intenzione di valorizzare e riqualificare le periferie urbane dal punto di vista strutturale (edilizia, servizi) e sociale.

Due milioni di euro a fondo perduto è il “bottino” che i comuni -presentatori di progetti- stanno portando a casa.
Il comune di Rutigliano è uno di questi avendo partecipato nel ’06 al bando Pirp  con un suo progetto. Scartato in un primo momento, il progetto è stato ripescato grazie a un successivo, ulteriore, finanziamento.
Ricordiamo che il Pirp di Rutigliano ammonta complessivamente a poco più di 11.000.000 di euro, di cui 2 -appunto- a carico della regione.

Tra le diverse cose che il progetto prevede c’è la realizzazione di 10 alloggi ERP da costruire di fronte a piazza Aristotele, nell’area dove ora c’è il prato e qualche alberello (foto).
La costruzione di questi alloggi avverrà con la permuta del suolo che è di proprietà del comune: la ditta non paga l’area, costruisce a sue spese i 10 alloggi da vendere a prezzi convenzionati e cede al comune 200 mq di locali.

Attraverso una selezione pubblica era stata già scelta, come impresa costruttrice, la Ditta Indeil S.r.l. la quale a gennaio scorso ha comunicato al comune “la propria indisponibilità all’attuazione del programma PIRP”.

«E’ probabile che abbia rinunciato perchè, a differenza di come era nel progetto originario, i locali da cedere al comune la regione ha imposto fossero distaccati dagli alloggi di proprietà della ditta» ci dice l'ing. Erminio D'aries, direttore dell'ufficio tecnico comunale. Una modifica che, forse, ha reso meno appetibile sul piano economico l’operazione edilizia.

Due giorni fa l’amministrazione comunale ha bandito un altro “confronto pubblico concorrenziale” per trovare una nuova impresa disponibile a costruire, alle rinnovate condizioni, i 10 alloggi più i locali da dare al comune. Il termine ultimo per presentare le offerte scade alle ore 12,00 del 27 maggio prossimo.

PISTA CICLABILE E CIRCONVALLAZIONE
Rispetto al Pirp c’è da dire un’altra cosa importante.
A gennaio scorso la regione chiama il comune e gli dice che la variante al PRG prevista nel progetto per la realizzazione di quei 10 alloggi pone un problema di reperimento di nuovi standard (aree a verde e servizi) che i progettisti non avevano previsto pensando che quelli già esistenti bastassero.

Il nuovo standard è stato individuato sull’area del centro Don Bosco, in aperta campagna. Perchè la cosa abbia un senso, il Don Bosco va, in qualche modo, urbanisticamente collegato all’area interessata al Pirp che si trova in paese.
Il collegamento è stato creato con una pista ciclabile che parte dalla nuova  piazza Baden Powell e, seguendo via Tasso e via Ciccopinto, arriva fino al centro Don Bosco.

Benissimo, se non fosse che tra il Don bosco e il paese c’è di mezzo la circonvallazione, la pista ciclabile si intersecherebbe a raso in uno dei più pericolosi punti della provinciale 240.

E’ chiaro che la soluzione è stata trovata per non perdere i 2 milioni di euro della regione, però ora c’è un altro problema da risolvere: la sicurezza di quel attraversamento nel caso la pista fosse davvero realizzata.

Commenti  

 
#17 mazzinga 2010-05-20 13:09
Citazione:
Ma qualcuno si sforzi veramente di comprendere la realtà delle cose
Rutigliano è un paese che non raggiunge gli standard di vivibilità perchè si continua solo a costruire case che aree verdi o strutture pubbliche, rutigliano è un paese suicida, un'area depressa, quest'operazione della pista ciclabile ne è la prova. Le lamentele nascono da quì.

Il fatto che ci sarà una pista ciclabile solo perchè serve costriure appartamenti è osceno, è un insulto ai cittadini e l'ennesima conferma che da noi il partito del mattone vince sempre.

io sono disgustato, tu sei complice di questo meccanismo perverso e autolesionista.
 
 
#16 chiedo a voi 2010-05-20 04:37
Penso che, la costruttività dei visitatori di questo sito, si misura da come si offene reciprocamente. Sembrano juventini ed interisti.
Ma qualcuno si sforzi veramente di comprendere la realtà delle cose, anzicchè criticare continuamente. Il PIRP, non si sarebbe potuto realizzare senza quella novità di cui parlate. La pista ciclabile, il Don Bosco, sono solo accessori ma indispensabili. Senza ciò, il PIRP saltava.
Ma siate un pò comprensivi, e cercate di comprendere gli sforzi che si sono fatti per recuperare un finanziamento regionale ormai perso e, che anche l'Ass. Regionale ci teneva a chiudere in positivo a Rutigliano per fare bella figura nei e per i risultati raggiunti.
Ciao a tutti.
 
 
#15 vito torino 2010-05-18 01:56
ma sti soldi forse non anno chiuso qualche buco del comune che e senpre in deficit ma perche di parlare sempre no si fanno i fatti seso fiori fiorirano sesono puttanete muoiono sudito ciao apresto vito rutiglianese doc.
 
 
#14 Norris Jr 2010-05-15 16:41
piste ciclabili ke attraversano la circonvallazione....va benissimo...i dossi non si possono mettere su di una provinciale molto trafficata!provocherebbe piu disagi che il resto...piuttosto campo don bosco in che condizioni è?????? ci passa mai nessuno da li...?e poi è mai possibile ke dobbiamo sempre giudicare gli altri di destra o sinistra?!?!?
AL POSTO DI GIUDICARE RIMBOCCHIAMOCI LE MANI PER SPRONARE CHI è STATO ELETTO PER LAVORARE E QUINDI RENDERE IL NOSTRO PAESEMOLTO PIU VIVIBILE...!
 
 
#13 Peter Pan 2010-05-15 02:28
Ma è possibile che a Rutigliano si debba sempre rovinare tutto!!!
Ma chi è che fa sti PROGETTI del ,,,,,!!!(a buon intenditore poche parole)

La pista ciclabile, serve soprattutto nel paese e non in campagna!?!

Servirebbe una pista ciclabile che attraversasse tutta la periferia da via conversano (dove ci sono delle scuole), via mola e tutta via F.Giampaolo!
In queste zone SI! che sarebbe utile...la pista ciclabile!!! ;-)
 
 
#12 rom 2010-05-14 23:11
il lavoro di Nicastro è anche quì tangibile, un lavoro prezioso per il quale noi cittadini ringraziamo sinceramente.

continui così!
 
 
#11 arsemon 2010-05-14 22:36
Citazione:
E CHE QUINDI SAREBBE OPPORTUNO CHE ANCHE LUI SI RICORDASSE DI L....... !!!
perchè non hai completato la frase ?
devi solo vergognarti ed è per questo che non hai completato la frase .
il suo lavoro è darti fastidio , tanto ecos , si è capito che hai a che fare con i rifiuti ecco perchè ti da tanto fastidio la firma di Nicastro .
hai iniziato a commentare da lì .
quindi oltre le varie cose sei anche ingenuo .
io non ho parola per tipi come te .
 
 
#10 mazzinga 2010-05-14 22:05
Come mai solo a rutigliano, la tua saccenza va bene al barsport.

le piste ciclabili sono fatte per mettere al riparo i ciclisti dal traffico automobilistico, il fine è quello di far viaggiare sicuri chi sceglie il mezzo a pedali in città e no, spesso scorrono a ridosso delle statali o provinciali e le incrociano quando purtroppo non ci sono alternative (ad esempio i sottopassi).

se vedi il link che ho postato di tutte le piste ciclabili in Puglia 2 o 3 invrociano provinciali perchè sono l'unica via di accesso al mare o a luoghi di rilevanza storico-architettonica.

Citazione:
la regione puglia ha preso spunto da bicitalia per la rete ciclabile, con i fondi del progetto cyronmed, sotto la supervisione dell'ing. Sforza e la guida dell'associazione Ruotalibera!
Ex assessore ai trasporti Loizzo!
la regione da non ha di certo copiato un progetto di pista ciclabile con passaggio su SP!

Citazione:
Vi basta!?
si ti prego basta!

Citazione:
continuate ad insultarvi!
tu hai esordito insultando, ma del resto non avevo dubbi sulla tua scarsa serietà.
 
 
#9 libertà è partecipazione 2010-05-14 21:52
Non si capisce con chi ce l'abbia il tifoso di Mentana dal lungo nikname. L'articolo non è contro le piste ciclabili.
Quando finisci di ridere a crepapelle fai un respiro profondo e rileggitelo l'articolo. E se ti viene di nuovo da ridere non è a rutiglianoweb che ti devi rivolgere, ma a un dottore.
 
 
#8 idrossidodisodio 2010-05-14 21:31
Citazione:
E CHE QUINDI SAREBBE OPPORTUNO CHE ANCHE LUI SI RICORDASSE DI L.......
Ecos, immagino che dalle tue parti siate tutti quanti muniti di bacinella per la raccolta del sudore.
 
 
#7 forza rutigliano 2010-05-14 20:30
PER ATTRAVERSARE QUEL TRATTO DI CIRCONVALLAZIONE PERCHè NON SI METTONO DEI SEMAFORI?LO DICO PERCHè SICURAMENTE ANCHE SE SI METTONO DEI DOSSI COME QUELLI VICINO ALLE SCUOLE LE MACCHINE RALLENTANO MA NON SI FERMANO A DISCAPITO SIA DELLA VITA DEI CICLISTI E SIA DELLE MACCHINE CHE, AD ALTA VELOCITà POTREBBERO RALLENTARE DI COLPO PROVOCANDO MAXITAMPONAMENTI O MAGARI METTERE DEI DISPOSITIVI CHE CONSENTANO AI CICLISTI DI ATTRAVERSARE TIPO COME QUEI SEMAFORI PER I NONVEDENTI CHE STANNO AL NORD CHE SI PREME UN TASTO E QUANDO SUONA IL NON VEDENTE PUò PASSARRE
 
 
#6 Come mai solo a rutigliano ..... 2010-05-14 20:12
@Nicastro: ....... sei un mito, mi fai ridere un casino! Continua cosi, che il sorriso fa bene alla salute!

@ mazzinga: la regione puglia ha preso spunto da bicitalia per la rete ciclabile, con i fondi del progetto cyronmed, sotto la supervisione dell'ing. Sforza e la guida dell'associazione Ruotalibera!
Ex assessore ai trasporti Loizzo!
Finanziato ed in procinto di partire la pista ciclabile della valle d'itria sulle strade dismesse dell'Acquedotto Pugliese.
Già attivo il percorso ciclabile via dei borboni che collega Bari a Napoli.
Protocollo d'intesa della Regione Puglia con le ferrovie per non far pagare il biglietto e favorire il turismo ciclabile!

Vi basta!?
Se volete informazioni sono a disposizione, altrimenti continuate ad insultarvi!
POtreste utilizzare questo tempo per respirare aria fresca e forse l'ossigeno al cervello potrebbe far bene!

Un saluto ......
 
 
#5 ..... 2010-05-14 18:09
non è che se in italia ci sono delle capre dobbiamo seguire per forza il gregge pure noi! se si commettono errori si può anche migliorare! .... e poi credo che le aree verdi servirebbero di più in paese per portare i bambini a giocare, per fargli respirare un'aria un pò più salubre (come il parco di noicattaro ad esempio)! .... don bosco è si un'oasi ma, come inevitabile nel nostro territorio, comunque immersa o circondata da tendoni! il risultato è che in estate diventa invivibile! .... inzomma il solito specchietto per le allodole! .... poi la pista ciclabile sarebbe necessaria per decongestionare un pò di traffico in città invece che facciamo? .... ne facciamo una che non porta nel nulla più totale e tra l'altro sempre soggetta alla convivenza con trattori e atomizzatori! ..... poi un'altra domanda a cui non ho trovato risposta nell'articolo: CHI LA PAGA? IL COMUNE O IL PRIVATO?
 
 
#4 ecos 2010-05-14 17:54
mi complimento con "come mai solo a rutigliano ....." per aver ricordato a NICASTRO che c'è TANTA gente he lavora... E CHE QUINDI SAREBBE OPPORTUNO CHE ANCHE LUI SI RICORDASSE DI L....... !!!
 
 
#3 mazzinga 2010-05-14 16:43
Citazione:
Chissa quante circonvalazioni attraversano le reti ciclabili nazionali!
ma dove???

le strade di campagna che percorri per andare a rubare i fagiolini non sono piste ciclabili!

te lo do io un link buono:
[censored]piste-ciclabili.com/regione-puglia
 
 
#2 Gianni Nicastro 2010-05-14 15:55
«Chissa quante circonvalazioni attraversano le reti ciclabili nazionali!»

Qui è la rete ciclabile che attraverserebbe la circonvallazione e poi, visto che in Italia ce ne sono così tannte di piste ciclabili attraversate da cinconvallazioni e, magari, anche da autostrate, ferrovie e aeroporti, perchè non ce ne procuri una lista, così evitiamo di andarci a pedalare.
 
 
#1 Come mai solo a rutigliano web ci sono polemiche INUTILI? 2010-05-14 15:02
In una trasmissione Mentana disse:
"il pregio della sinistra è trovare difetti in questioni prive di difetti"

Gianni, sei a conoscenza dell'esistenza di Bicitalia?
Chissa quante circonvalazioni attraversano le reti ciclabili nazionali!

Dai non ti preoccupare ..... che c'è gente che sta a lavorare! Eh! Eh!

PS il link di bicitalia è http://[censored]bicitalia.org/

Guardare per credere!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI