Martedì 19 Novembre 2019
   
Text Size

Pedone investito in Largo San Domenico

pedone investito rutigliano

 

Ieri sera, intorno alle ore 18.30 circa, il traffico in una delle zone nevralgiche del paese - quale Largo San Domenico - ha subito forti rallentamenti. Il motivo? Uno scontro fortuito tra un automobile e un passante intento ad attraversare la strada, manovra - a onor di cronaca - non effettuata utilizzando le strisce pedonali che regolano il transito dal piazzale antistante la chiesa di San Domenico al marciapiede situato sul lato opposto della strada.

Stando a quanto riportatoci da testimoni oculari, la vettura - una Megan Scenic color blu scuro - era intenta nell’impegnare la piccola rotatoria. Il pedone, al contempo, aveva cominciato la sua fase di attraversamento. Vuoi per la disattenzione dell’uno o dell’altro, l’impatto non è stato evitato. Fortunatamente l’uomo, sulla sessantina circa, non ha riportato nulla di grave - così come dichiaratoci da alcuni presenti - a causa della prontezza, quanto meno, del guidatore nel frenare. Dopo lo scontro con l’auto, l’uomo si è accasciato inevitabilmente al suolo.

Immediato è stato l’intervento dei Vigili del Comando di Rutigliano e di un’ambulanza che, sicuramente per accertamenti, ha “portato via” l’uomo dal luogo dell’accaduto. Il veicolo, invece, è rimasto sul posto per far sì che i vigili stessi ricostruissero la dinamica tracciando, inoltre, la sagoma della “vittima” sul posto in cui è caduto.

Verso le 18.50 circa la zona è stata sgomberata prontamente e la circolazione è tornata al suo normale fluire.

Prossimi aggiornamenti nell’Edizione de “La Voce del Paese”, in edicola Venerdì 19 Febbraio.

MICHELE RUBINO

Commenti  

 
#1 Conoscente 2016-02-17 13:44
L'UOMO INVESTITO È IN OSPEDALE E CI RIMMARRA PER OLTRE 3 MESI CON UNA GRAVE FRATTURA AL GINOCCHIO E PER TUTTA LA GAMBA SUBENDO ANCHE UN DELICATO INTERVENTO CHIRURGICO. UNA FRATTURA DEL GENERE È CONSEGUENZA DELLA VELOCITA' DEL VEICOLO O DISTRAZIONE DEL CONDUCENTE!? EPPURE LÌ C'E LO STOP E LA ROTONDA.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI