Giovedì 24 Ottobre 2019
   
Text Size

Preso il diffamatore seriale di Rutigliano

Scritta apparsa su una panchina del Parco Urbano qualche mese fa


Sindaco, consigliere e un cittadino calunniati dall’inchiostro di un 70 enne

Ha finalmente un finale la lunga vicenda che ha visto diffamati alcuni volti noti di Rutigliano. Da circa 10 mesi, un diffamatore seriale si è prodigato nello sporcare la reputazione di diversi personaggi noti della comunità rutiglianese, utilizzando una semplice bomboletta spray. Tra le vittime di diffamazione, due politici rutiglianesi (il Sindaco Roberto Romagno ed il consigliere di maggioranza Stephi Simone), ed un libero professionista.

L’improvvisato writer, negli ultimi mesi, ha imbrattato mura periferiche (sebbene di luoghi simbolici) per trasmettere il proprio messaggio. Il primo episodio in assoluto risale alla scorsa estate: su di un muro davanti l’entrata del Cimitero Rutiglianese, una scritta infamante coperta dai vigili urbani dopo la segnalazione da parte delle vittime. Altro “colpo” realizzato ha interessato le mura della chiesa periferica di Madonna del Palazzo (visibile dagli automobilisti in viaggio sulla SP 122), anche questa occultata immediatamente. Il writer ha spostato allora l’attenzione verso esercizi commerciali, lasciando l’inconfondibile firma nelle toilette di bar e stazioni di servizio. Di seguito riportiamo la foto di una scritta, fatta su di una panchina del Parco Urbano in via Conversano, probabilmente riconducibile al mitomane.

È quindi arrivata a conclusione l’approfondita indagine che ha portato i Carabinieri della stazione di Rutigliano a dare un volto al colpevole. Si tratta di un 70enne pensionato con precedenti. L’anziano è stato denunciato a piede libero e dovrà rispondere ora del reato di diffamazione reiterata. Inevitabili, per il writer 70enne, le ripercussioni legali. Prezzo da pagare per un tipo di comportamento che macchia, più che le vittime, i colpevoli.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI