Sabato 21 Settembre 2019
   
Text Size

Arresti per il tentato omicidio del capoclan Mercante, blitz anche a Rutigliano

blitz polizia dia

 

La Polizia di Stato ha proceduto nelle scorse ore all'arresto di tre affiliati del clan "Telegrafo", eseguendo un blitz che ha visto gli agenti della Questura barese dispiegarsi nei Comuni di Bari, Rutigliano e Lecce. Si tratta del rutiglianese Tonino Rizzo (32 anni) e dei fratelli Donato e Arcangelo Telegrafo, quest'ultimo detenuto a Lecce per l'omicidio di Mercante.

Dalle indagini eseguite dalla Direzione distrettuale antimafia sarebbe emerso che i tre arrestati, destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, sarebbero responsabili a vario titolo del tentato omicidio di Giuseppe Mercante, capo dell'omonimo clan barese che ha la propria roccaforte nel quartiere Libertà.

Come hanno ben testimoniato le pagine di cronaca del capoluogo, Mercante - noto con il soprannome di “Pinuccio u’ drogat” - era stato vittima di un agguato nell'agosto del 2012. Episodio che aveva innescato un'escalation di violenza nelle strade baresi, facendo registrare ben cinque sparatorie in una settimana.

Immagine di Repertorio

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI