Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Rutigliano, maniaco seriale: altri due casi tra sabato e martedì scorso

Via Pietro De Bellis

 

La vicenda riguardante il maniaco seriale - molti indizi ci fanno pensare che questi episodi siano riconducibili al medesimo individuo - sono sempre più all’ordine del giorno. Ormai, con frequenza, veniamo a conoscenza di racconti e denunce da parte di ragazzine, testimoni e, per la prima volta ora, da parte di un padre.


Sabato 28 Maggio: la lettera di denuncia di un “papà preoccupato”

Sabato scorso infatti, dopo l’episodio accaduto in Via Madonna delle Grazie verso l’ora di pranzo e da noi raccontato, ci è giunta una mail di un padre - si è auto definito “papà preoccupato”- che ha raccontato un fatto analogo avvenuto nel medesimo giorno ma a distanza di pochi minuti da quello poc’anzi menzionato. Protagonista, in negativo chiaramente, sua figlia, una giovane studentessa della Scuola Media “A. Manzoni”. Vi riportiamo di seguito il contenuto della mail in questione:

Buonasera alla redazione.

In riferimento all’articolo del maniaco seriale, purtroppo devo confermare che l’episodio da voi raccontato non è stato l’unico accaduto quest’oggi, visto che anche mia figlia minorenne all’uscita da scuola, e precisamente nel tratto di strada che collega i due passaggi a livello a Via Baden Powell, è stata avvicinata dallo stesso individuo a bordo di un auto rossa, presumibilmente una punto o panda con la stessa scusa di richiesta informazioni.

La ragazza appena ha notato che l’uomo era nudo dalla cinta in giù e con una mano si toccava le parti intime, si è allontanata velocemente raggiungendo casa in uno stato di agitazione e in lacrime. Naturalmente ho segnalato la cosa ai Carabinieri nella speranza che il maniaco sia presto identificato. Ringrazio voi per aver dato risalto a quanto accaduto.

Cordiali saluti da un papà preoccupato”.

Quanto occorrerebbe aggiungere a queste parole è un aspetto non trascurabile: sin dal primissimo episodio - 10 Maggio, in Via Conversano - le forze dell’Ordine hanno segnalato queste vicende alla stazione dei Carabinieri del paese di appartenenza dell’individuo. In tal senso sarebbe opportuna un’altra precisazione soprattutto per coloro i quali ci chiedano, tramite commenti o altro, la mancata assunzione di drastici provvedimenti, ricordiamo che il reato di atti osceni in luogo pubblico è stato depenalizzato lo scorso Gennaio. “Chi commetterà atti osceni o contrari alla pubblica decenza” potrebbe andar solamente incontro ad una multa.

 

Martedì 31 Maggio: l’ennesimo episodio per strada

Nel giro di pochi giorni il maniaco seriale è tornato, per così dire, “in azione”. L’ultimo fatto, in ordine cronologico, è avvenuto nel pomeriggio di Martedì 31 Maggio. Ci troviamo in Via Pietro De Bellis, zona abbastanza centrale e trafficata del paese. La vittima, una 16enne, percorreva il tratto di strada poc’anzi menzionato quando una macchina le si è avvicinata. Dal racconto della ragazza, emergerà solo il colore della vettura: blu scuro. Ad ogni modo, la giovane - convinta che fosse l’automobile di un conoscente - si è fermata; al che, l’uomo è sceso di prepotenza dalla macchina. La ragazza, spaventata alla vista di quello che era in tutto e per tutto uno sconosciuto, è scappata via a gambe levate. Impaurita ed in lacrime, poi, è riuscita a raccontarci il brutto inconveniente accadutole.

Commenti  

 
#6 007 2016-06-15 08:39
Ma le telecamere che ci sono in giro a Rutigliano, sono vere?
se si, potrebbero essere spostate in queste zone...
 
 
#5 arbonso 2016-06-07 14:59
Il maniaco sarà arrestato a breve. I carabinieri di Rutigliano stanno facendo il loro lavoro solamente.
 
 
#4 Ragazzo spaventato 2016-06-06 19:50
Se non lo fermiamo subito potrebbe causare altri danni alle persone...Lo ho appena visto passare da Via del Melograno vicino alla Via Madonna delle Grazie.Controllate in quelle zone!!!
 
 
#3 Anonimo 2016-06-04 14:38
Gli organi preposti non si vedono nemmeno dal cannocchiale a rutigliano x cui cosa pretendiamo viviamo nella vergogna più assoluta
 
 
#2 Lonardo 2016-06-04 08:10
Se continuiamo a scrivere e non facciamo niente questo tizio continuerà a vita a fare il lurido.
 
 
#1 Cittadino adirato 2016-06-03 20:23
Se le forze dell'ordine non riescono dopo casi e denunce così ingenti a trovare un "semplice" maniaco allora noi cittadini non siamo per nulla tutelati di fronte a casi di violenza più estremi!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI