Sabato 23 Giugno 2018
   
Text Size

Spunta un Murales d'autore al Mercato Coperto: Il writer si racconta

IMG_4449

 

Il writer Devil69 ci racconta il murales realizzato qui a Rutigliano : “Voglio che tutti colgano qualcosa dai miei disegni”

Nei giorni addietro molti nostri concittadini hanno avuto modo di immortalare con uno scatto – e, di conseguenza, postare sui social – uno splendido murales nei pressi dell’ex Mercato Coperto. A svettare su una parete dell’appena menzionato edificio, da qualche giorno a questa parte, c’è infatti il volto di un bambino di colore realizzato da un giovane writer, in arte Devil 69. “Tempo fa mi hanno coperto, con un secchio di vernice, un murales raffigurante un viso simile – ha dichiarato l’artista – ho voluto riproporlo e farlo più espressivo”. Come visibile nelle foto scattate dalla nostra redazione, il volto è ancora da ultimare ma, ad ogni modo, tanti sono stati i curiosi già attratti da quest’ultimo. In tal senso tutto ciò non ha potuto che giovare al fine precipuo dello stesso Devil 69 : “Mi piace che la gente si fermi a guardarlo e che ne venga coinvolta emotivamente”. Con il writers originario di Capurso , abbiamo trattato questi ed altri aspetti in un breve scambio di battute che vi proponiamo di seguito.

Ciao, Devil. Presenta il tuo profilo artistico ai lettori di RutiglianoWeb.
Da sempre appassionato all’arte in tutte le sue forme, ho iniziato il mio percorso artistico disegnando fumetti, aiutato da mia madre pittrice, fino all’età di 16 anni, quando per gioco ho preso in mano una bomboletta spray avvicinandomi ad un mondo che , ben presto, sarebbe diventato mio. Inizialmente mi sono approcciato artisticamente al lettering, poi ai disegni fumettistici e , con il passare del tempo, è emersa la mia propensione per la precisione e per lo studio della bellezza del corpo umano. Tutto ciò mi ha portato alla < seconda fase > della mia carriera: il realismo, utile alla riproduzione principalmente di corpi e volti femminili, ma anche natura e paesaggi.

..sino a che punto ti ha spinto questa passione?
L’amore per l’arte e per il writing mi porta ogni anno a girare per diversi eventi in vesti singole o con la mia crew, ovvero la DPC           - Double Personality Crew, per cercare nuove ispirazioni, conoscere e apprendere il più possibile per la mia crescita artistica.

Come mai, per la tua opera, hai scelto Rutigliano e la zona dell’ex Mercato Coperto?
Ho scelto Rutigliano e soprattutto quel muro perché mi piaceva il punto. E’ strategico. Li posso disegnare tranquillamente e , tra l’altro, è vicino all’ufficio ove lavoro. Anche dal punto di vista della comodità, quindi, è < ad hoc >. Mi spiace solamente che i passanti non potranno mai vederlo completo poiché la visuale dello spettatore non giunge nella zona dal naso in giù.

Esso , come detto, raffigura il volto di un bambino di colore. Raccontaci come è maturato questo graffite.
Tempo fa mi hanno coperto, con un secchio di vernice, un murales raffigurante un viso simile. Ho deciso di riproporlo e farlo più espressivo. Mi piace che la gente si fermi a guardarlo e che ne venga coinvolta emotivamente, al fine di creare in loro una riflessione introspettiva.

La zona bianca in volto è dovuto ad una futura ultimazione del disegno o è una scelta non casuale?
No. Quella zona bianca ovviamente è da completare come tutta la parte sinistra del viso.

Quanto tempo hai speso per realizzarlo?
Ci ho lavorato 2 ore lunedi scorso e 3 giovedì, invece. Spero di riuscire ad ultimarlo la prossima settimana. 

murales mercato coperto

Commenti  

 
#8 n.p. 2016-08-05 13:23
Quando arrivo lì non posso non fermarmi... il suo sguardo ti entra dentro l'anima!
Grazie della sensazione che mi hai procurato!
Complimenti!
 
 
#7 F.D 2016-08-01 12:17
Bravo e grazie Devil69, come dici tu: Mi piace che la gente si fermi a guardarlo e che ne venga coinvolta emotivamente, al fine di creare in loro una riflessione introspettiva. In me è successo. GRAZIE!!!!!!
 
 
#6 //// 2016-07-27 15:54
Bellissimo!!!!
 
 
#5 Cittadino 2016-07-27 10:41
Non ce più serietà..... va rimosso
 
 
#4 Gio gio 2016-07-26 12:39
È bellissimo...spero non venga rimosso!
 
 
#3 carmela pavone 2016-07-26 10:56
bravissimo,
 
 
#2 daniela porcelli 2016-07-25 23:57
Bellissimo!!! Io spero che lo lasci così, mi piace pensare che il bimbo ritratto non sia nè bianco, nè giallo, nè rosso, nè nero...che sia un pò la fusione di tutte le razze.. Perché un bambino è un bambino, ed ha diritto ad essere tale, a prescindere dal colore della sua pelle!
 
 
#1 paolino 2016-07-25 17:23
al momento è la cosa più bella che abbiamo a rutigliano! grande!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI