Domenica 19 Agosto 2018
   
Text Size

Ruospo e Franchini: La Coppia lirica incanta Palazzo San Domenico in Lirica Sotto le Stelle

14142006_10208792894571622_2488449823403706806_n

 

Una grande serata in compagnia del canto lirico si è svolta nella serata del 3 settembre presso Palazzo San Domenico a Rutigliano.

  Dopo il rinvio della data per la doverosa pausa di Lutto Nazionale, la manifestazione “Lirica Sotto le Stelle” si è svolta nella serata di sabato 3 settembre.

Il chiostro di Palazzo San Domenico, gremito di appassionati, ha atteso con ansia l’entrata in scena di due eminenze del genere, due grandi motivi di orgoglio per la città che dimostra ancora una volta di non essere solo il “paese dell’uva e dei fischietti” ma sottolinea la nomina di Città d’Arte.

  Parliamo del concerto dedicato ai rutiglianesi dei cantanti Francesca Ruospo e Nico Franchini. L’insegnante, la prima, e l’allievo, il secondo, hanno dimostrato ancora una volta la possenza espressiva delle loro ugole incantando il pubblico di Lirica Sotto le Stelle.

  I due cantanti sono stati accompagnati nella serata dal pianista, Maestro Ettore Pappadia, e dalla impeccabile presentazione del giornalista Gianni Capotorto, il quale ha accompagnato man mano i concittadini nel viaggio musicale costruito dal repertorio di Ruospo e Franchini.

  Con anni di esperienza professionale alle spalle, maturata dai concerti nelle più prestigiose location mondiali, Francesca Ruospo continua ad accompagnare il suo pupillo, stella nascente del canto lirico, nel viaggio verso la realizzazione dei suoi più alti obiettivi, continuando con umiltà a seguire quella che è la sua innata vocazione. I due, stretti da un più che visibile legame di complicità musicale, continuano a dimostrare che, in musica come nella vita, l’unione fa la forza. Sulle note del Maestro Pappadia, le due voci riescono ad ipnotizzare il pubblico sia con arie soliste, perfettamente confacenti alle personali inclinazioni vocali, sia a sposarsi in duetti strabilianti.

  Non solo canto, anche molta interpretazione. È appunto ciò che non viene scritto sugli spartiti a fare davvero la differenza. Lirica Sotto le Stelle potrebbe tranquillamente essere definito come “informale concerto casalingo”. Un’occasione per i due cantanti di tornare a casa ed esibirsi liberamente divertendosi e scherzando con gli ascoltatori, senza la tensione che accomuna ogni grande appuntamento, come se ci si esibisse per la propria famiglia. Questo non deve far pensare ad un concerto minore, anzi, la responsabilità di dimostrare alla propria cittadina il vero valore può portare con sé grandi pressioni, ma così non è stato nella serata del 3 settembre. Questa teorie è avvalorata dai, non così rari, momenti di complicità con il pubblico. Franchini e Ruospo non sono su un palco a metri dal proprio pubblico, anzi, dialogano, si muovono sulla scena, gesticolano e mandano occhiate di complicità ai presenti, tanto da portare il pubblico a diventare parte essenziale dello spettacolo. In particolare ricordiamo, durante un frammento della Carmen di Bizet eseguito da Francesca Ruospo, gli ascoltatori si sono trasformati in ensamble di percussioni, battendo le mani a tempo (cosa che non deve assolutamente succedere in un teatro). Oltre alla dedica di Nico Franchini alla sua sorellina ed al commovente valzer con i suoi genitori, primissimi fan del nuovo talento rutiglianese.

  Ancora un grande applauso, quindi a Francesca Ruospo, Nico Franchini ed il Maestro Pappadia per aver portato finalmente uno spettacolo di alto livello culturale a Rutigliano, per aver dimostrato molto al paese e per le loro floride carriere. Con la speranza di rivederli molto presto calcare i grandi palchi pur portando nel cuore l’amata Rutigliano.

[Foto di Francesca Ruospo e Nico Franchini insieme di Giovanni Intini]

14225394_1296716687005506_8287072965243220477_n 14191915_1296716507005524_4644165974768833614_n

Commenti  

 
#1 nicolaValente 2016-09-04 19:09
Fantastica la maestra, eccezionale l allievo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI