Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Berardi incompatibile. La maggioranza vota "si".

consiglio rutigliano

Ha 10 giorni di tempo per decidere se rinunciare al contenzioso

o perdere il posto di consigliere comunale 

 

La maggioranza ha approvato, compatta, la verifica d’incompatibilità del consigliere di minoranza Vittorio Berardi. Era il punto più atteso, scivolato dopo oltre un’ora di dibattito. 12 favorevoli, e l’opposizione che si è astenuta uscendo dall’aula al momento del voto. Berardi, assente in aula, è coinvolto in un procedimento contro il comune di Rutigliano, pertanto, non può ricoprire l’incarico di consigliere comunale.

Ma dal voto di oggi, avrà dieci giorni di tempo per decidere se ritirare il contenzioso, accettando la resa, e conservando la poltrona. Se, al contrario, deciderà di continuare la sua battaglia legale contro l’ordinanza di demolizione della recinzione oggetto del contendere, alla quale ha opposto ricorso - decadrà automaticamente dal ruolo di consigliere e gli subentrerà il costruttore Antonio Dioguardi.

giuseppe valenzano opposizione rutigliano

La “rete” della discordia. La mozione era stata proposta dai consiglieri di maggioranza, ed è inerente all’ordinanza sindacale n. 4 del 6 marzo 2013 che ha per oggetto: “Ordinanza per la tutela della pubblica incolumità mediante la rimozione della recinzione realizzata sul confine dell’area in catasto foglio n. 14 p.lla n. 630 (proprietà di Berardi, ndr)” e la denuncia del consigliere comunale prof. Vito Berardi.

Dunque, ci sono procedimenti in corso che vedono il consigliere Berardi parte in causa in diversi ricorsi proposti contro il comune di Rutigliano. Inoltre, pende una procedura di recupero delle spese giudiziali alle quali Berardi è stato condannato nei procedimenti elettorali definiti con sentenza.

Sussiste, dunque, l’incompatibilità nei confronti di Berardi ai sensi dell’art. 69 comma 1, d.lgs. 267/2000.

Il dibattito. Prima del voto, durante la discussione in aula, il consigliere Gigante ha contestato la celerità della procedura e la norma stessa, facendo notare che Berardi è un semplice consigliere di opposizione, quindi l’incompatibilità apparirebbe come una forzatura.

Intanto, c’è grande attesa per la decisione ultima che spetta al professore. Cosa farà Berardi? Inciamperà su una recinzione, perdendo lo scranno ad appena pochi mesi dal voto?

Commenti  

 
#6 pinodamato 2013-10-05 17:56
hai ragione gp molti consiglieri di centro destra e centro sinistra sono incompatibili..ma caso strano rimangono seduti alle loro sedie...devono solo vergognarsi! fa bene l'ALLEANZA CIVICA ha gridarlo ad alta voce
 
 
#5 gp 2013-09-24 09:29
a questo punto tutti i consiglieri sono incompatibili, dovrebbero andare tutti a casa.....
 
 
#4 Nicola Teofilo 2013-09-23 09:57
gli altri punti saranno affrontati in separati articoli. non siate malpensanti!

buona giornata. direttore
 
 
#3 asc 2013-09-21 17:53
gipi, adesso l'unico che ha fatto abusivismo edilizio e' solo il berardi questo e' un dato di fatto
 
 
#2 perplesso 2013-09-21 13:54
Unconsiglio comunale con 8 punti all'ordine del giorno, alcuni dei quali importanti come la piscina, la Tares, il regolamento dell'utilizzo delle palestre scolastiche, e il direttore di questa testata fa una cronaca incentrata su un solo punto? Che significa, che non era a conoscenza degli altri 7 punti o che a lui interessava solo l'incompatibilità del consigliere Berardi? Trattata, tra l'altro, dal punto di vista della sola maggioranza. Insomma, una cronaca su commissione. Complimenti.
 
 
#1 gipi 2013-09-21 09:43
ma io mi chiedo? E' possibile nel 2013, alla soglia delle nuove elezioni amministrative, con un paese pieno di problemi reali, discutere dell'incompatibilità di carica di un consigliere? Ma ci rendiamo conto?
Se Iil Consigliere Berardi deve dimettersi, l'Ass. Martire con la questione dei rimborsi, l'Ass. Simone con la questione dell'abusivismo edilizio in via Mola, cosa dovrebbero fare?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI