Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Carte false? L'Itc di Rutigliano smentisce Altieri

 

Con riferimento al Piano di Programmazione della rete scolastica e dell’offerta formativa per l’anno 2014/15, approvato dalla Giunta Provinciale, in data 9 dicembre, e ad ulteriore precisazione di quanto già denunciato a mezzo stampa, questa Presidenza sente il dovere di chiarire quanto segue:
1) Contrariamente a quanto approvato dalla Giunta Provinciale la nostra scuola non ha mai presentato una proposta contenente la richiesta di "accorpamento dell'ITC Montale con il L.S. Ilaria Alpi di Rutigliano e di mantenere l'autonomia scolastica per il Pertini ";
2) Viceversa, il Collegio dei Docenti dell'ITES "S. PERTINI", nella sua riunione del 28 novembre, all'unanimità, ha deliberato il mantenimento dell'attuale assetto organizzativo-ordinamentale nel rispetto della "omogeneità di offerta formativa" così come riconosciuto dall'U.S.R. Puglia e dalla Regione Puglia, Assessorato alla P.I., nonché per la stretta collaborazione oramai consolidatasi tra le due scuole. Inoltre, il Collegio ha chiesto l'istituzione del Liceo Musicale e Coreutica ad indirizzo Musicale presso la sede di Turi;
3) la Giunta Provinciale di Bari, invece, ha completamente ignorato il deliberato unanime del Collegio dei docenti di Turi e di Rutigliano, e, stravolgendolo, ha previsto l'accorpamento del Montale con il Liceo Scientifico "I. Alpi" di Rutigliano, proposta già bocciata dal precedente piano regionale, nonché dal TAR Puglia;
4) il piano provinciale, inviato all'attenzione della Regione Puglia, contiene un vistoso e grave falso perché attribuisce all'ITES "PERTINI" di Turi di aver avanzato la richiesta di autonomia: in realtà si tratta di una disonestà intellettuale perché si sa che l'ITES "PERTINI" di Turi attualmente non ha i numeri previsti dagli ordinamenti per essere autonomo;
5) la proposta di cui al punto l è stata avanzata, in seno alla Commissione della P.I., dal Vicepresidente della Provincia di Bari, ossia da parte di chi utilizza il proprio ruolo istituzionale per ragioni elettorali e per mero ed anacronistico campanilismo;
6) le istanze della nostra comunità, oltre che inascoltate, sono state gravemente lese nel momento in cui, arbitrariamente, il Piano Provinciale, su indicazione della Commissione alla P.I., prevede in ultima analisi, l'accorpamento dell'ITES "S.PERTINI" di Turi con l'Agherbino di Putignano, ignorando che quest’ultimo istituto ha un’altra sede nel comune di Noci e che insieme godono di autonomia, nel rispetto dei parametri ministeriali.
In definitiva, da quanto sopra enucleato, sembra ovvio che una istituzione scolastica non possa essere così vilipesa da siffatte decisioni arbitrarie ed offensive della dignità professionale. In uno stato democratico e di diritto deve prevalere, su ogni altro aspetto, la condivisione, il dialogo, l'accordo tra le comunità, il rispetto delle altrui volontà delle regole e non l'arroganza e la faciloneria. La cosa è oltre modo grave se ad agire in siffatto modo sono coloro che sono designanti a dare il buon esempio e garantire la condivisione degli intenti.

Commenti  

 
#10 uno di noi 2014-02-03 10:42
liceo musicale a Rutigliano, questo dobbiamo cercare di ottenere tutti uniti!
 
 
#9 unoqualunque 2014-01-21 11:15
Anche quest'anno la Regione ha confermato l'assetto dato due anni fa al Liceo ed all'ITC dimostrando quanto sia inutile il parere della Provincia
 
 
#8 stufo 2014-01-15 09:49
tutti adesso si svegliano ...a si vero tra un pò ci sono le votazioni
 
 
#7 cobras 2014-01-04 12:35
grande cittadino , sono totalmente d'accordo !
 
 
#6 Vincenzo De Gregorio 2013-12-30 12:34
Quando poi una questione di visibilità a chi anonimamente offende, cambia pseudonimo. Ma la sostanza non cambia. Non è in discussione il provvedimento ma il fatto che se pensassimo come fa Altieri di più alle questioni di casa nostra le multinazionali, ad esempio, non sbaferebbero sull'uva. Perchè i tanti anonimi non scendono in strada più che offendere il malcapitato di turno? La cosa che mi fa più specie è quella che alcuni siti concedono loro ancora spazio...
 
 
#5 cittadino 2013-12-20 11:57
De Gregorio sei un "lecchino". Sei peggio del politico Altieri che, proprio per il ruolo che ricopre, difende gli interessi PERSONALI ma non quelli della comunità. Abbi almeno la decenza di non intervenire!
Rutiglianesi non fatevi ingannare e siate obiettivi.
 
 
#4 Vincenzo De Gregorio 2013-12-18 03:30
Facciamo così caro lefreakcestchic: dibattito pubblico. Visto che ti nascondi dietro uno pseudonimo ma ti conosciamo organizzalo tu e noi verremo a sentirti. Le offese fanno disprezzo a chi le pronuncia e a chi le scrive in forma anonima. Invito il direttore del sito ad essere più prudente dal pubblicare simili affermazioni.
 
 
#3 cobras 2013-12-16 11:00
ma quando le tolgono ste province e i relativi dipendenti ?
 
 
#2 lefreakcestchic 2013-12-16 05:21
DeGregorio non ne possiamo più dei tuoi interventi insulsi. Lo sanno anche i muli che il signorino Altieri si sta preparando lo scranno per Montecitorio.
Abbi il buon senso di non dare più fiato ai tuoi pensieri.
Risparmiacelo che è meglio...
 
 
#1 Vincenzo De Gregorio 2013-12-14 02:30
Al peggio non c'è mai fine. Le osservazioni fatte sul vice presidente Altieri sono del tutto prive di fondamento. Anche lui, è vero, paga una cattiva informazione, e mai preventiva, sulla vicenda, ma accusarlo che usa per fini elettorali le decisione adottate è un falso storico. Ognuno è libero di pensarla come crede ma è assolutamente vietato offendere.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI