Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Giampaolo: pronto alla guerra sull’imposizione fiscale

giampaolo

 

L’argomento è di quelli di scottante attualità e quindi, senza dubbio, ne sentiremo spesso parlare nella prossima campagna elettorale. L’aumento della tassa sui rifiuti, nel paese più riciclone di Puglia, suona quasi una beffa ed i cittadini non hanno risparmiato critiche e manifestazioni di dissenso verso l’amministrazione comunale. Ma questo è il presente. Cambierà qualcosa in futuro? E se sì, cosa? Nicola Giampaolo, ad oggi unico candidato sindaco ufficiale per le prossime elezioni, annuncia grandi cambiamenti. “Ciò che sta succedendo a Rutigliano con l’immondizia è una vergogna! La più grossa presa in giro dell’amministrazione di Roberto Romagno!”. Giampaolo, come sempre, annuncia battaglia sul punto. “Dobbiamo rivedere il sistema di raccolta e, se necessario, procedere con la preparazione di un nuovo bando per l’affidamento dei lavori. Quello che i cittadini di Rutigliano subiscono è troppo! Andiamo incontro all’estate, l’umido deve essere raccolto tutti i giorni, non si può tenere in casa, è una questione di tutela dell’igiene pubblica. Non tutti hanno i balconi, molta gente del centro storico mi dice che in casa non si può stare per la puzza e per le mosche.” In effetti, convivere con scarti di frutta o pesce conservati in casa per due giorni o più, con temperature superiori ai 30°, rappresenta una forte tentazione per quanti abbandonano la spazzatura per strada. Non che questa pratica sia condivisibile, sia chiaro, ma in presenza di anziani o bambini può succedere che il disagio prevalga sul buon senso ed il dovere civico. Disagio e aumento dell’imposta spianano la strada agli avversari politici di Romagno. Incalza Nicola Giampaolo: “Io ed i miei collaboratori stiamo studiando una metodologia di raccolta innovativa; vogliamo portare l’esempio dei Paesi che fanno la differenziata da anni e premiare i cittadini per il loro impegno. Dobbiamo consentire che siano direttamente loro a portare i rifiuti a smaltimento, così da vedere il risultato del loro sforzo. Basta intermediari! Basta soldi buttati! La TARES verrà abbattuta subito del 30% e fino al 40% di fine mandato, e li finanzieremo ottimizzando i costi per la gestione”. È un progetto ambizioso e stupefacente, Rutigliano di certo lo meriterebbe.

Commenti  

 
#1 Marco 2014-03-08 14:47
Sei grande Nicola !!! Per fortuna ci sei !!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI