Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Confcommercio. I provvedimenti per la Tares tra tavolo di lavoro e proroghe

nino valenzano

 

Un'affluenza del genere non era certamente prevista per l'assemblea richiesta lunedì 24 febbraio alle ore 18 dalla Confcommercio che, spinta dalle numerose lamentele dei commercianti rutiglianesi, ha invitato alcuni membri dell'amministrazione comunale tra cui il sindaco Romagno, l'Assessore al Bilancio Mastrocristino, l'Assessore alle Attività Produttive Michele Martire e il dott Chiantera, responsabile dell'Area Tributi a discutere sul problema scottante dell'aumento della Tares e dell'imminente scadenza dei termini di pagamento. Un'adesione che ha costretto commercianti e autorità accorsi a spostare il luogo di incontro dall'ufficio del sindaco, insufficiente a contenere un numero così ampio di partecipanti, alla Sala Consiliare, per cui si sarebbero dovute avere le necessarie autorizzazioni ma il cui uso è stato concesso, in via del tutto straordinaria, proprio dal sindaco. E proprio quest'ultimo ha deciso di affrontare seriamente la questione e ascoltare di persona la voce di ha implorato una risoluzione quanto più sbrigativa. "Non era un confronto, ma una disperazione, una preghiera disperata da parte di chi non ha più i soldi per pagare", così Nino Valenzano, presidente della Confcommercio e promotore dell'assemblea, ha commentato il clima desolato e a dir poco sofferente dei commercianti, che hanno partecipato all'incontro per chiedere che si prendessero le misure necessarie. Un incontro che è stato sicuramente proficuo: è stato deciso, infatti, lo slittamento del pagamento della Tares dal 28 febbraio al 31 marzo, data in cui verrebbe  pagata la prima delle quattro rate in cui la tassa sarà dilazionata. Le lamentele, insomma, sono state accolte in maniera molto seria e scrupolosa, ed entro la data di scadenza preventivata dalla rata si dovrebbero risolvere le pratiche per stabilire la fattibilità tecnica in merito alla sospensione dei termini previsti in precedenza. Sospensione rivolta in particolare a chi si troverà a pagare l'importo a titolo di saldo Tares superiore ai 200 €, anche con l'aggiunta dell'addizionale statale.

La sospensione e la successiva proroga potrebbero riguardare sia le utenze non domestiche - situazione per cui la Confcommercio si è battuta - sia quelle domestiche, valutando la possibilità di concedere ad entrambi un'eventuale rateizzazione. Oltre alla dilazione di cui si sta occupando l'amministrazione, la Confcommercio ha preso in carico tutte le proteste del settore commerciale rutiglianese e, sulla scorta di una serie di proposte e interventi e su invito degli stessi rappresentanti dell'amministrazione, ha deciso di istituire e organizzare a breve un tavolo di lavoro di cui faranno parte i rappresentanti di ciascuna categoria del commerciale. Si tratta di scegliere, per il presidente Valenzano, dei rappresentanti che, affiancati da due figure più propriamente tecniche, si facciano portavoci dei dubbi in merito alla nuova tassazione, ai numerosi dislivelli e alla questione della valutazione delle tariffe in base alle categorie. Il tavolo di lavoro provvederà anche ad accogliere le proposte e gli interventi atti a definire un sistema di tassazione più equo, nella speranza che il problema non si ripresenti in futuro, facendo fronte anche alle sollecitazioni del governo nazionale, che non facilita la sopravvivenza del settore commerciale. I nodi da sciogliere sono tanti, dunque, e tocca sia alla Confcommercio come associazione, attraverso il tavolo di lavoro, sia alla stessa amministrazione tramite provvedimenti specifici, risolvere problematiche che probabilmente si sarebbero potute affrontare in passato, anche coinvolgendo maggiormente le associazioni di categoria il cui ruolo, secondo Valenzano, è fondamentale in quanto "rappresentano un filo diretto con il sindacato provinciale" e possono così sopperire alla comprensibile mancanza di comunicazione tra le amministrazioni e il singolo commerciante. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI