Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

Pubblicata la Relazione di fine mandato. Dati e numeri dell'amministrazione Romagno

romagno fine mandato

 

Per l’Amministrazione guidata dal sindaco Roberto Romagno è ormai giunta l’ora della resa dei conti; la fine dell’incarico è sempre più vicina e si tirano le somme di un’attività di gestione comunale, criticata o elogiata, ma parte della storia della nostra cittadina negli ultimi cinque anni. Come da prassi, è stato pubblicato sul sito del Comune di Rutigliano la relazione di fine mandato del Sindacoe del suo seguito, precisamente per gli anni 2009 – 2013, secondo quanto previsto dall’art. 4 del D.Lgs. 149/2011, il quale  stabilisce che, al termine dei cinque anni previsti, i Comuni sono tenuti a redigere un documento, sottoscritto dal primo cittadino e certificato dall'organo di revisione contabile, nel rispetto della tanto decantata trasparenza amministrativa. La relazione si apre con la presentazione di tutti coloro che hanno preso parte all’attività pubblica, a partire dal sindaco Roberto Romagno, passando per gli assessori e i consiglieri vari. Segue la descrizione dell’operato a livello normativo svolto durante questi cinque anni, tra cui ritroviamo delibere riguardanti il Museo del Fischietto, l’uso dei beni immobili di proprietà comunale ein particolare quei provvedimenti riguardanti i rifiuti, dallo smaltimento alla tassazione. Un breve accenno non manca all’attività tributaria con particolare riferimento alle aliquote ICI e IMU: dal 2009 al 2013 si è assistito ad una lieve diminuzione dell’aliquota sull’abitazione principale, con un raddoppio della relativa detrazione. Per quanto riguarda i prelievi fiscali sui rifiuti, si è passato da un costo del servizio pro-capite di 117,17 del 2009 a 167,00 del 2013. A seguire vengono ricapitolati i principali obiettivi che erano stati inseriti nel programma di mandato, con particolare riferimento alle attività produttive, artigianali e commerciali e all’agricoltura, allo sviluppo urbanistico di Rutigliano, alla cultura e al turismo, allo sport, al tempo libero, all’ambiente, al volontariato, al recupero del centro storico e alla scuola. Segue la descrizione di quanto è stato fatto per ogni punto, mettendo al primo posto la realizzazione del sistema porta a porta per la raccolta dei rifiuti, con relativo smaltimento presso impianti autorizzati. Dal punto di vista culturale è stata messa in evidenza la nascita di varie realtà locali, quali “Punto e a Capo”, “Le Officine Ufo”, per citarne alcune, ma soprattutto il progetto S.A.C. “Mari tra le Mura – nel blu dipinto di Puglia”, definito “fiore all’occhiello dell’attività turistico-culturale” dell’amministrazione Romagno. Altro punto messo in rilievo è l’interesse dell’amministrazione allo sport. La terza parte riguarda la situazione economico-finanziaria: vengono riportati vari dati numerici, sempre relativi a ciascun anno di mandato; tra questi riportiamo solo le entrate e le spese in euro. Nel 2009 si registra un totale di entrate di circa 13 milioni, nel 2013 quasi 12 milioni, con una percentuale di decremento pari a 10,41. Si registra un ribasso anche per quanto riguarda le spese, con un totale di uscite pari a circa 13 milioni nel 2009, arrivando a meno di 12 milioni nel 2013, giungendo così a un ribasso che si assesta al 12,70%. Dati alla mano, sembrerebbe che l’operato svolto in questi cinque anni non sia da bocciare, ma si sa, alla fine sono i cittadini a dare i voti e a fare pagelle, sono loro i giudici inflessibili, che sicuramente di fronte alle prossime schede elettorali sapranno dire la loro sugli ultimi anni di vita rutiglianese.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI