Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

"Nuovi Orizzonti": le richieste del gruppo di cittadinanza attiva

Mentre il cerchio si stringe sempre di più intorno ai vari candidati sindaci, nuovi manifesti vengono affissi per le strade di Rutigliano, inneggiando un ricco programma con obiettivi ed iniziative per il bene del paese. É tutto ciò che è compreso nella variegata proposta avanzata dal gruppo di cittadinanza attiva "Nuovi orizzonti", che punta sull'agricoltura quale "motore economico del nostro paese" e "primaria fonte di reddito di centinaia di famiglie, primaria fonte di lavoro", nonché "settore di fondamentale importanza", tutte definizioni che si leggono nella locandina diffusa in questi giorni. Il gruppo, già organizzato con un proprio direttivo, ha avanzato - sempre a quanto riportato nel manifesto - alcune precise richieste, tra cui quella fondamentale di inserire l'agricoltura tra gli obiettivi primari della prossima amministrazione comunale, istituendo un tavolo permanente di lavoro per il sostegno delle attività agricole. Dopo il manifesto del Consiglio Pastorale Zonale di qualche settimana fa, insomma, è toccato al settore agricolo formulare un elenco di obiettivi ben definiti, il cui scopo sembra essere non "la solita proposta pre-elettorale di cambiamento", ma "un appello ai tanti cittadini che hanno a cuore le sorti del nostro paese". Si badi bene, però, che non si tratta di meri suggerimenti, come si leggeva nella locandina del Consiglio Pastorale, ma di specifiche indicazioni, di punti programmatici da risolvere in collaborazione - si presume - con la prossima amministrazione comunale. Una sorta di richiamo all'ordine, dunque, che comprende anche numerosi altri obiettivi di carattere culturale - il recupero del centro storico, del museo civico, delle lame e di tutti i siti archeologici presenti sul nostro territorio - a cui però si fa riferimento senza specificare i mezzi con i quali attuare questi interventi, tranne per la proposta dei tavoli di lavoro permanenti, tra cui anche quello per migliorare la situazione della condizione giovanile oggi e discutere sulle sue problematiche. Nessuno schieramento è specificato, nessuna preferenza politica, ma soltanto il fine ultimo di "costruire una Rutigliano migliore" rispettando quelle richieste che il gruppo ha avanzato. Ma come si collocherà nel contesto partitico in via di definizione? Se non è una proposta pre-elettorale, da dove si avrà la possibilità di osservare questi "nuovi orizzonti"? Qual è l'intenzione che sottende al progetto che il gruppo ha scelto di presentare proprio in questo scottante momento? In campagna elettorale - si sa - tutto è concesso, come in amore e in guerra. E sembra proprio che questa tornata si stia trasformando in un conflitto senza precedenti, in cui alcuni gruppi, come questo appena creatosi, stanno venendo a galla con lo scopo - sembra - di sollevare richieste in veste di "gruppo di cittadinanza attiva". Che "Nuovi orizzonti" si trasformi in una lista civica, questo ancora non si sa, ma il sospetto viene naturale, come viene naturale chiedersi a quale ruolo i componenti aspirino nel contesto politico locale. Non ci resta che osservare e seguire la creazione di questi "nuovi orizzonti".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI