Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Il Comune è di tutti! Altieri presenta la coalizione Pd-Ncd

minguccio altieri

Sabato, 12 Aprile 2014. Piazza XX Settembre si riempie di gente, curiosa di ascoltare il discorso di proclamazione della coalizione Partito Democratico e Nuovo Centrodestra  da parte del candidato sindaco Minguccio Altieri. Considerato il personaggio perfetto per far aderire al meglio i due partiti opposti, il candidato sindaco ha iniziato il suo discorso partendo da cosa è la politica affermando che essa non è altro che "stare vicini ai cittadini, è cioè vicinanza!". Il gruppo della coalizione, da Lanfranco Di Gioia a Vito Antonicelli, da Oronzo Valentini a Filippo Masotti, da Mimmo Gigante a Lorenzo Diomede sino al segretario Francesco Tarulli, era mescolato con il pubblico partecipante, ma mai in prima fila (ci si aspettava che il gruppo fosse unito alle spalle del loro portavoce in segno di un team che si mette a completa disposizione della comunità). Minguccio Alteri ha voluto toccare tutto ciò di cui ha bisogno il paese, i pregi e i difetti e da cosa partire per far muovere il paese in avanti, non risparmiandosi qualche critica verso l'attuale amministrazione, rea di essersi mobilitata soltanto adesso dopo 5 anni, citando i lavori del corso, il rinnovo dell'asfalto stradale soltanto per le festività come la Fiera del fischietto e molto altro. Non mancano i rimproveri e le critiche a chi si etichettava e proclamava di essere di Sinistra e poi non lo ha dimostrato (sembra che si sia riferito a quella parte del PD che nelle ultime settimane si è coalizzato con Forza Italia di Roberto Romagno) perché <<se si è di Centrosinistra, all'appello si risponde col Centrosinistra!>> e difende il Nuovo Centrodestra che ha fatto, a suo dire, una "scelta politica coraggiosa" e rappresenta una forza che vuole creare un Centrodestra "serio, democratico e come si deve!". Nonostante non sia stato fatto alcun riferimento al programma elettorale (a giorni dovrebbe essere definito e completato) e a quei passi realmente concreti affinché il paese progredisca, Minguccio Altieri preferisce parlare dei problemi del Paese in maniera astratta come la volontà di eliminare quel grosso divario che da tempo c'è tra i cittadini e l'amministrazione  dovuto dalla mancanza di libertà da parte dei cittadini ai quali molto spesso è negata o quasi del tutto ignorata la loro parola e per dire ciò Altieri cita i versi del cantautore milanese Giorgio Gaber : "la libertà non è star sopra un albero [...] libertà è partecipazione". Sembra però che il suo obiettivo principale sia quello di far ritornare il paese un punto di riferimento per tutti i paesi circostanti ricordando di come, svariati anni fa, Noicattaro veniva a copiare le delibere dell'amministrazione di Rutigliano che al meglio riusciva ad organizzare logisticamente i lavori di ogni genere tra cui la costruzione della zona PIP che il candidato considera molto disordinata messa a confronto con quella nojana.
Non mancano i momenti in cui il Candidato espone sue vicende personali per giungere ad argomenti vicino al paese: riporta infatti la testimonianza di un suo amico sindaco al quale recentemente ha fatto visita un cittadino che ha esposto tutti i suoi problemi personali poiché non sapendo a chi rivolgersi a trovato nel suo sindaco una figura di sicurezza; è proprio  a questo che Altieri vuole arrivare, creare, cioè,  un rapporto intimo tra i Politici ed il Paese. Di seguito, preso dal suo discorso, Altieri, in maniera Napoleonica, incita tutti i rutiglianesi ad andare a riprendersi il Comune perché "il Comune è di tutti e ci appartiene in egual misura", e a cambiare radicalmente il sistema visto che  "Rutigliano vive in uno stato di emergenza!". Minguccio Altieri ha dimostrato  una grande dialettica che in fondo è la qualità più importante per riuscire ad acquisire i voti della maggior parte del popolo, nel caso riesca a vincere le elezioni ci si aspetta che vengano portati a termine quegli obiettivi portanti della sua campagna elettorale e non sottovalutare la gente, che come egli stesso ha detto viene perlopiù assecondata.

 

Commenti  

 
#1 uno di noi 2014-05-04 04:30
Questa coalizione vive in un clima di tregua armata, alle prime scintille dopo le votazioni scoppierà la guerra !!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI