Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Oltre al caffè, ci mette anche la firma: inaugurato il comitato elettorale di Romagno

Romagno mentre firma la parete

 

"Quelli che pensavano che non ci sarei stato, sono rimasti delusi... Io ci sono e ci sarò!" Così ha esordito Roberto, il sindaco dei caffè, allo scambio di auguri pasquali sabato 19 aprile alle ore 19 con quanti hanno deciso di prendere parte al suo progetto. E quale occasione migliore per aprire le porte del nuovo comitato elettorale che lo appoggia, in via Cairoli 9, e che lo vede protagonista ancora una volta, per mettere in campo quella coerenza e quella continuità che hanno costituito i suoi 5 anni di amministrazione. A metterci la faccia e la firma - letteralmente - gli amici di sempre, i sostenitori di un progetto  i cui punti di forza coesistono con gli ideali, ma anche molti giovani, volti freschi e volenterosi di dare il proprio contributo per un percorso che vuole ancora esserci con il suo sindaco. "Ci siamo, ora continuiamo", questo il motto deciso per la campagna elettorale, nel pieno rispetto del principio di continuità che Romagno e la sua coalizione stanno perseguendo. Presenti al fianco del sindaco uscente, il vicesindaco Redavid, l'assessore alle Politiche Sociali Angela Redavid, il presidente del Consiglio Comunale Matteo Colamussi e il vicepresidente della Provincia di Bari - solo per citarne alcuni - circondati da'ondata di modernità e di colore che fa presagire una campagna tutta da scoprire. A partire dalla parete delle firme, prima fra tutte quella di Roberto, e a seguire quella di tutti coloro che sono intervenuti e che si sono sentiti ancora più coinvolti, pennarelli in mano, a scegliere già da ora quale obiettivo seguire. Un'inaugurazione "fuori dal comune" - tanto per rimanere in tema di gioco di parole - che non ha visto il sindaco in veste di oratore tenere il tipico comizio statico, ma che ha ancora una volta voluto rimarcare la socialità, la cordialità, il senso della partecipazione cittadina che sono state le parole chiave per questo scambio di auguri pasquali. Tante strette di mano per un unico progetto, quello della continuità, che il sindaco uscente vuole riproporre, per dimostrare alla cittadinanza quanto è stato fatto in questi anni e quanto ancora si può fare se si sceglie di perseguire nell'amministrazione che ha guidato Rutigliano per 5 anni. A concludere, il saluto del sindaco con i suoi più sinceri auguri di una serena Pasqua e i festeggiamenti per la ricorrenza che sarebbe accorsa da lì a poche ore.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI