Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Valentini, candidato con Altieri sindaco: "Non credete a chi si è dimostrato inadeguato"

Oronzo Valentini, candidato consigliere (foto di Nicola Teofilo)

Per Oronzo Valentini sarà una prova elettorale importante. È stato uno dei protagonisti di questo nuovo progetto con a capo Minguccio Altieri sindaco. Lunedì, alla chiusura dello spoglio, sapremo il verdetto. Ma, intanto, ci intratteniamo con Oronzo per conoscerlo più da vicino.

Come nasce la tua idea di partecipare a questa campagna elettorale?

“Nasce dall'esigenza di dare il mio contributo personale, in uno con tutti gli amici del Nuovo Centro Destra, alla ricostruzione della nostra comunità, che in questi ultimi 5 anni ha perso la visione di un comune destino e si è rintanata in un esasperato e pericoloso individualismo”.

Potresti riassumere in tre parole il senso o il fine del tuo impegno politico?

“Passione, amore per la mia terra, impegno per la mia gente”.

Perché hai scelto di sostenere il candidato sindaco Altieri?

“Perché è una persona seria, onesta, competente ed autorevole, in grado di rappresentare con dignità e umiltà il ruolo del sindaco, che deve tornare ad essere un punto di riferimento come un padre nei confronti della propria famiglia”.

Quali sono, secondo te, i punti deboli degli altri programmi elettorali? Li ritieni fattibili e/o validi?

“Non si può dire farò se prima non si dice cosa ho fatto; chi ha avuto l'onore e l'onere di amministrare non può riproporre lo stesso programma presentato 5 anni prima, così certificando di fatto il fallimento della propria attività precedente; l'unica differenza che questa volta dal palasport si è passati al palacultura e magari alla fine si inventeranno un pala ghiaccio”.

Cosa pensi degli altri candidati sindaco?

“Cortesi avversari politici”.

Cosa vorresti dire ai cittadini che non sanno ancora chi votare?

“Di dare fiducia alla speranza di risollevarsi rappresentata da Minguccio Altieri e di non credere a chi ha già dimostrato inadeguatezza, superficialità e noncuranza”.

Perché i cittadini rutiglianesi dovrebbero votarti?  

“Da 15 anni siamo al fianco dei Rutiglianesi e non siamo tra quelli che appaiono d'incanto soltanto durante le elezioni; la nostra vicinanza è incentrata sulla onestà, sulla correttezza e sulla fiducia reciproca senza mai illudere e deludere le aspettative soprattutto di chi vive un momento di difficoltà e bisogno”.  

Qualche rammarico nella tua precedente esperienza

“Quello di non aver avuto la possibilità di incidere concretamente sull'azione amministrativa, trovando ad ogni nostra sollecitazione, ad ogni nostra proposta, ad ogni nostra doglianza per l'inerzia della macchina comunale, un invalicabile muro di gomma”.

Perché non avete sfiduciato il sindaco Romagno?

“Perché fedeli all'impegno preso con i Rutiglianesi fin dal lontano 1999, non avremmo mai consentito che a Rutigliano tornasse il commissario prefettizio, che in un momento di grave crisi come quello attuale, avrebbe applicato una semplice regola ragionieristica aumentando le tasse e tagliando i servizi ai cittadini”.

Tre pregi dei rutiglianesi.

“I Rutiglianesi sono grandi lavoratori, con un fortissimo senso di responsabilità nei confronti delle proprie famiglie e della propria terra coniugato con una forte vocazione all'accoglienza e all'amore per il prossimo”.

Tre difetti dei rutiglianesi.

“Il primo è quello di guardare un po’ troppo alle altre realtà senza accorgersi di tutte le bellezze e le opportunità che ci circondano; il secondo si è accentuato negli ultimi anni ed è il marcato individualismo che ha evidenziato i tratti della solitudine e del disagio sociale; il terzo difetto è quello di utilizzare troppo la propria auto per girare in paese, cattiva abitudine che si era molto affievolita con l'introduzione del parcheggio a pagamento, servizio scaduto a causa dell'inerzia dell'amministrazione uscente”.

A quale politico della storia, italiano o straniero, vorresti assomigliare? Perché?

“Sicuramente Margaret Tatcher ha i tratti dello statista conservatore e le virtù umane che secondo me andrebbero seguite; ricordo sempre una sua citazione "Essere potenti è come essere una donna. Se hai bisogno di dimostrarlo vuol dire che non lo sei".

Tasse, una parola antipatica. Cercherete di abbassarle o, perlomeno, di non alzarle? Come farete?

“È necessario ridurre le tasse, soprattutto quelle relative al servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti e lo faremo finalizzando al meglio la raccolta differenziata riciclando la frazione organica dei rifiuti attivando l'impianto di compostaggio a servizio del nostro bacino, previsto nel comune di Cellamare, che ci farebbe risparmiare circa 300 mila € l'anno e incassando il ristoro ambientale per la discarica di Conversano, che ci è dovuto dal 2004 al 2008”.

Se Altieri non fosse candidato sindaco, chi voteresti degli altri?

“Grazie a Dio, Minguccio Altieri ha accettato il nostro invito a candidarsi per cambiare il paese e quindi io e i Rutiglianesi esprimeremo un voto convinto, senza il bisogno di votare il male minore come dichiarato da altri amici che voteranno il sindaco uscente”. 

Commenti  

 
#5 impegnato 2014-05-29 21:02
A quale politico della storia, italiano o straniero, vorresti assomigliare? Perché?

“Sicuramente Margaret Tatcher ha i tratti dello statista conservatore e le virtù umane che secondo me andrebbero seguite; ricordo sempre una sua citazione "Essere potenti è come essere una donna. Se hai bisogno di dimostrarlo vuol dire che non lo sei".......Valentini ma non lo vedi che stai facendo tutta la faccia del puparo di via adelfia altro che assomigliare alla Tatcher.....non ne sei degno!!!!
 
 
#4 Moderata 2014-05-25 15:01
Ma parli solo ai giornalisti.. Xche non ti sei mai fatto vedere sui palchi?? Ormai ti conosciamo benissimo ..... E chi ha fatto l individualismo siete stati tt voi che siete scappati!!! Non importa il tempo ci data ragione!!!
 
 
#3 Marta R 2014-05-25 14:29
E poi sig valentini che ne sa lei di Rutigliano visto che vive a Parchitello o a Bari? Ci faccia il piacere...........
 
 
#2 Marta R 2014-05-25 14:28
Non avete sfiduciato solo perchè era troppo comoda per voi quella sedia, chissà quanti interessi personali avevate. Vergognatevi !!!!Ca nisciun ie fess
 
 
#1 un amico 2014-05-25 13:42
Oronzo Valentini te l'ha mai detto nessuno ..................certo che hai una bella faccia tosta? a continuare a prendere in giro i rutiglianesi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI