Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Allarme rifiuti in amianto: la denuncia dei 5S rutiglianesi

C.da Caggiano

L'allarme amianto a Rutigliano viene lanciato dal Movimento 5 Stelle: collegandosi al loro blog è possibile leggere le parole di accusa per la situazione di degrado di alcune zone del paese. La denuncia non si limita a lettere e sillabe, virgole e punti, ma viene documentata da foto, scattate dagli stessi grillini a seguito delle numerose segnalazioni fatte dai cittadini, alcune delle quali sono riportate nel nostro giornale. L'indecorosa situazione è stata subito segnalata al Comune. Si legge sul documento presentato al Comando di Polizia Municipale di Rutigliano:”Si comunica che, in seguito a segnalazioni pervenuteci da cittadini della presenza di rifiuti in amianto nelle campagne circostanti il territorio di Rutigliano, in data 18 giugno 2014 alcuni nostri rappresentanti si sono recati per effettuare foto dello scempio. Abbiamo constatato che, nelle località C.da Ciccopinto, C.da Caggiano, strada Lama Mosca in C.da Castiello e ai bordi della circonvallazione vi sono grosse quantità di manufatti di amianto depositate. Chiediamo pertanto a codesto Comando di effettuare verifica e di far attivare la procedura di bonifica dei siti contaminati”. Ma la questione non finisce qui: i grillini sul loro blog accusano l'Amministrazione di essere stata poco attenta al problema e soprattutto incapace di sfruttare le occasioni, principalmente economiche, che si sono presentate nel corso del tempo. Il disappunto sembrerebbe scaturire dal fatto che il Comune di Rutigliano, per la seconda volta in due anni, non abbia preso parte ai bandi della Regione Puglia che offrono finanziamenti per la bonifica dell'amianto, di cui l'ultimo, risalente al 26 marzo di quest'anno, che metteva a disposizione una somma totale di € 982.179,97. L'atto di denuncia si conclude infine con tre interrogativi fondamentali che l'Associazione Rutigliano 5 stelle rivolge all'attuale Amministrazione: sono state avviate tutte le procedure per avvalersi dei fondi per la rimozione dell'amianto? Nelle more di un eventuale prossimo bando regionale, si ha l'intenzione di predisporre una mappatura della situazione amianto necessaria per la partecipazione allo stesso, anche a mezzo di censimento obbligatorio come previsto dal Piano Regionale Amianto? L'Attuale amministrazione si è attivata nella ricerca di fondi necessari al cofinanziamento dell'azione?

Una cosa resta comunque certa: le responsabilità di questo danno ambientale e soprattutto umano (perché, ricordiamolo, l'esposizione all'amianto è mortale) è da imputare principalmente al cattivo senso civico di tutti quei rutiglianesi e non che contaminano le nostre strade e le nostre campagne e minano la nostra salute. Abbandonare rifiuti pericolosi è reato.

I 5 stelle saranno presenti di nuovo domenica sera in piazza XX Settembre con un gazebo informativo per la raccolta di firme destinata a salvare la chiesetta di Sant’Apollinare in Contrada Purgatorio.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI