Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Analisi di un consigliere mancato: intervista a Tarulli, segretario PD di Rutigliano

Francesco Tarulli, segretario PD di Rutigliano

A un mese di distanza dalla proclamazione del secondo mandato di Roberto Romagno, che ha rappresentato una brutta batosta per i sostenitori di Minguccio Altieri, fiduciosi almeno questa volta di vincere, La Voce del Paese ha intervistato Francesco Tarulli, segretario del Partito Democratico di Rutigliano. Il giovane Tarulli a differenza di Giuseppe Valenzano e Antonella Berardi non è riuscito ad accaparrarsi un posto come consigliere dell'opposizione per una ventina voti. Alla luce di tutte queste vicissitudini abbiamo invitato Tarulli ad analizzare il voto delle Comunali 2014. Queste le sue parole: “Veniamo fuori da una campagna elettorale che ha visto purtroppo, dal nostro punto di vista, vincere il sindaco Roberto Romagno; ovviamente l'amaro in bocca è particolare anche perché, viste le modalità con cui il sindaco ha conseguito la vittoria, ovvero con quei sei voti che gli hanno consentito di superare il 50% più 1, senza andare al ballottaggio. Ovviamente la campagna elettorale del PD, lo abbiamo detto da sempre, si è basata sul bisogno di dare un'alternativa all'amministrazione che c'è stata in questi anni e che per noi non è stata sufficiente per Rutigliano”.

La coalizione con il Nuovo Centrodestra è stata ideata prima o dopo che Pinuccio Valenzano abbandonasse la Sinistra rutiglianese?

È successo ovviamente dopo. Noi del PD avevamo chiesto a tutte le forze politiche di opposizione che all'epoca ci erano vicine, un atto di responsabilità che consisteva nelle primarie e cioè far scegliere ai cittadini il candidato sindaco per queste elezioni comunali. Abbiamo avuto però un impatto frontale con il Movimento Arcobaleno che non riteneva che le primarie fossero un metodo efficace, poiché avrebbero distorto quella che era la vera volontà dei cittadini. Di fronte a questa mancanza, abbiamo deciso di aprire un dialogo con il Nuovo Centrodestra. Gli atteggiamenti del Movimento Arcobaleno sono stati la causa di questa scelta e abbiamo notato nel suo rappresentante principale, [si parla di Pinuccio Valenzano] che adesso finalmente avrà un ruolo nell'amministrazione comunale, una visione legata più alla propria corsa alla rappresentanza piuttosto che ai problemi della vita dei cittadini rutiglianesi e delle vere esigenze. Credo piuttosto che chi fa realmente politica debba vedere prima le esigenze del paese.

Perché allora non si è cercato di risolvere prima questi problemi che sono usciti poco prima della campagna elettorale vera e propria?

Abbiamo capito che non è mai troppo presto per scegliere il candidato sindaco; con la nostra idea di primarie pensavamo che da parte del Movimento Arcobaleno ci sarebbe stato quell'atto di responsabilità che ho detto poc'anzi.

È stato il PD a voler dialogare con il Nuovo Centrodestra o il contrario?

Dopo aver notato una situazione di stasi alla quale il Partito Democratico era arrivato e dopo aver mandato un comunicato in cui ci aprivamo a tutte quelle forze, indipendentemente dall'estrazione ideologica e politica, che volevano partecipare a quel cambiamento che volevamo, siamo stati contattati dal Nuovo Centrodestra e abbiamo pensato insieme a quale sarebbe stata la figura che meglio poteva sintetizzare questa coalizione, scegliendo Minguccio Altieri.

Vista la sua mancata elezione come consigliere molti pensano che sia meglio dimettersi da segretario del PD, cosa ne pensa?

Questa considerazione deriva dal modo di vedere la politica in modi differenti. È vero non sono stato eletto ma sono il primo dei non eletti e il Partito Democratico è il secondo partito a Rutigliano e il primo della coalizione (tra l'altro molti dicevano che il PD non avrebbe ottenuto grossi risultati). Ovviamente c'è un leggero dispiacere, ma per noi del PD chi viene eletto non è altro che un portavoce di quelle che sono le proposte e le idee che tutti quanti condividiamo all'interno del partito. Dal mio punto di visto non c'è alcuna voglia di abbandonare quello che ho iniziato a fare da Novembre a questa parte perché credo che non deve essere una sconfitta personale a spingere ad abbandonare un'azione politica condivisa da due consiglieri che portano al Comune ciò che si decide all'interno del Partito.

Vittorio Berardi, cinque anni fa 68enne, fu sconfitto; Minguccio Altieri 67 anni è stato sconfitto. Di fronte a un PD che vede a scala nazionale Matteo Renzi con un età di 39 anni o per citarne un altro Antonio Decaro 44enne, eletto sindaco di Bari proprio quest'anno, non crede che forse un fattore della sconfitta provenga anche da scelte che non rispecchiano il trend nazionale?

Effettivamente negli ultimi anni si evince la voglia di cambiamento generazionale, abbandonando coloro che hanno già dato alla politica. Certo sono spunti di riflessioni per non ricadere negli stessi errori; forse non è stata colta un'occasione che a livello nazionale ha dato frutti. Non ti nascondo che il PD, essendo un partito che vuole incidere politicamente , cerca con responsabilità persone che siano giuste politicamente. Se ci fossero state le primarie, di sicuro ci sarebbe stato un candidato giovane perché se si parla di cambiamento generazionale, credo che il PD sia la perfetta espressione. Essere giovani però non basta, di sicuro però questo dato ci farà riflettere molto.

In cosa ti impegnerai da qui a cinque anni?

Certamente il nostro atteggiamento sarà quello costruttivo che tra l'altro è quello che abbiamo sempre avuto. Piuttosto sono curioso se saranno mantenute le promesse del sindaco Romagno, se sarà finalmente terminato il parco urbano, se ci sarà il Palacultura. Durante le scorse elezioni il Palazzetto dello Sport era il fiore all'occhiello della campagna elettorale e non è stato fatto nulla. Vedremo se ci sarà questo Palacultura.

Commenti  

 
#6 pasquale 2014-07-09 21:52
Bart.......il perché? Per UN PROGETTO FALLIMENTARE....1-nome del candidato Sindaco vedi la differenza voti di preferenza oltre 1000...2-la bocciatura dell'alleanza con gli ex dei exMsi, ex An, ex Pdl, ex Fli e attuali Ncd.3-il palese appoggio con l'altro candidato sindaco....eccccccc Bastano le motivazioni per le dimissioni e per un segretario serio di un partito?
 
 
#5 Bart 2014-07-09 10:06
Perché si dovrebbe dimettere Tarulli? E' un giovane capace, bravo, che si impegna! Si dovrebbero vergognare quelli che hanno mal detto di Romagno in questi anni e ora si trovano a ricoprire incarichi nella loro amministrazione. Vai avanti segretario che il paese ha bisogno di giovani come te...chi vuole le tue dimissioni riconosce la tua superiorità di intelletto e di impegno politico!....
Giusto per onore di cronaca Roamgno non ha trovato un paese pieno di debiti 5 anni fa, anzi tutto il contrario e non vi erano contenziosi, avrà anche avuto delle beghe da risolvere ma certamente non legate alla situazione della cassa comunale; è tutto sui bilanci!
 
 
#4 pasquale 2014-07-08 20:08
Il fallimento di un progetto politico.....in un serio partito di UOMINI si chiedono le dimissioni del segretario......Quindi PD se i vostri "UOMINI" sono questi siete destinati ad una eterna opposizione.
 
 
#3 mah 2014-07-08 10:05
per ammiratrice
veramente romagno ha detto che non lo hanno fatto lavorare perché non era libero ora vedremo se sarà libero con il duo colamussi-altieri, io non mi aspetto niente anche perchè il loro slogan è stato ci siamo ora continuiamo sicuramente a non fare niente. il buon giorno si vede dal mattino per sapere i nomi degli assessori sono passati 38 giorni dalle elezioni, oggi non si conoscono le deleghe e un consiglio comunale non si tiene da oltre sei mesi. questo è Roberto!!!!!!!!!!!
romagno solo promesse tutto fumo e niente arrosto pur di conservare la fascia ora dormiamo tanto il paese è nelle mani di forza italia con colamussi a tirare i fili dei suoi burattini ed altieri presente con il fratello.
 
 
#2 Ammiratrice 2014-07-06 21:49
Se romagno non ha fatto e xché ha avuto seri problemi di burocrazia!!! Quindi ciò che ha trovato 5 anni fa è stato solo un paese pieno di debiti e contenziosi,ora vedremo cosa voi riuscirete a fargli fare per il paese!cercate di collaborare tutti insieme in giunta, per avere un paese sereno buon lavoro!,,
 
 
#1 Moderato 2014-07-05 21:46
Dillo forte , Romagno e' di parola
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI