Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

I neo consiglieri del PD, Berardi e Valenzano, tra continuità e novità

i consiglieri berardi e valenzano

Una combinazione che in molti auspicano per la politica sarà quella che caratterizzerà la presenza del PD nostrano all’interno del neonato consiglio comunale: se da un lato, infatti, ci sarà l’esperienza di Giuseppe Valenzano, dall’altra la freschezza e le nuove idee della più giovane neoconsigliera rutiglianese, Antonella Berardi.

Noi della redazione abbiamo presto contattato i due per ascoltare le prime impressioni sul nuovo cammino politico appena intrapreso, ricevendo pareri convergenti. Per entrambi si è fatta sentire l’emozione della proclamazione, certo in entità diverse, ma sempre legata all’importanza del “rappresentare chi ci ha dato fiducia e caricato di un’importante responsabilità”, nonché per “l’orgoglio del lavoro da svolgere”.

Cosa ci si aspetta dalla nuova opposizione? Se Giuseppe Valenzano pone l’accento sull’importanza del programma presentato durante il periodo elettorale e sulla capacità propositiva della propria coalizione, Antonella Berardi aggiunge un punto altrettanto interessante, ovvero “la sfida della presenza in opposizione di consiglieri espressione di due candidati sindaci perdenti, che di certo non sarà una difficoltà ma un’opportunità in più”.

Valenzano non ha fatto mancare una stoccata al sindaco Romagno e ai partiti di maggioranza riguardo la formazione della squadra assessorile, auspicando un’accelerazione nelle scelte per cominciare al più presto a lavorare per il paese, un po’ come visto a Bari dove il quadro è già completato, nonostante i due turni e le difficoltà che caratterizzano una grande città.

Fortemente voluta da entrambi, per quanto riguarda le novità da introdurre, è l’apertura del consiglio comunale a tutti i cittadini tramite la diretta web e radio, oltre al più tradizionale rapporto tra politica e cittadinanza che “non ha caratterizzato la scorsa amministrazione, soprattutto per quanto riguarda la maggioranza”. Da buon architetto, la Berardi promette un particolare impegno legato all’urbanistica, la sua sostenibilità e la possibilità di introdurre mezzi di progettazione partecipata.

Insomma idee interessanti e sicuramente di grande importanza, a cui speriamo venga dato un giusto peso nel futuro politico rutiglianese. Un’ultima domanda che non potevamo non porre è quella riguardo l’assenza di Minguccio Altieri e dei rappresentanti di NCD, Valentini e Martire, alla cerimonia di proclamazione: sia Valenzano che la Berardi dichiarano di non conoscerne i motivi, affermando comunque parallelamente l’importanza della propria presenza “per rispetto tanto delle istituzioni quanto degli elettori, in segno di correttezza sia verso chi ci ha suffragato sia per chi non lo ha fatto”.

Da parte nostra non resta che augurare un buon lavoro ai due neoconsiglieri, sperando che quella correttezza e quel rispetto verso la cittadinanza non manchino in ogni passo nella nuova avventura che si apprestano a vivere.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI