Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

'La mia priorità? Lavorare al meglio': intervista esclusiva al neo assessore Ancona

La neoassessora Anna Ancona

Ritardi, malcontenti e dissapori. Tre parole che sembrerebbero riassumere quanto si vocifera in giro sulla nomina della nuova Giunta. A smentire tutto, senza mezzi termini, è il neo assessore Ancona, in un’intervista dai sapori decisi, nella quale la stessa si dice pronta a lavorare per il bene di Rutigliano.

 

Si vocifera che la sua nomina ad assessore abbia suscitato qualche malcontento all'interno della sua lista. Sono solo voci?

A me non risulta che la mia nomina ad assessore abbia suscitato, all'interno della mia lista "impegno per Rutigliano", malcontenti o dissapori. A tale riguardo, posso solo dirle che nulla mi è stato riferito! Pertanto ritengo che tali affermazioni o voci siano del tutto inveritiere, oltreché destituite di alcun fondamento.

 

Come mai, a più di un mese dalle elezioni, le nomine sono state fatte solo in questi giorni, senza conoscere ancora le cariche? Quando verranno assegnate?

Credo che io sia la persona meno indicata per rispondere a tale domanda. In verità ritengo che tale quesito dovrebbe essere formulato non alla sottoscritta, bensì al Sindaco, il quale ha scelto personalmente gli assessori, valutando scrupolosamente le competenze di ognuno. Stessa cosa dicasi per l'attribuzione delle deleghe agli assessori comunali. In ogni caso, presumo che il Sindaco provvederà quanto prima a tale adempimento, per tutelare al meglio, come ha sempre fatto, gli interessi della collettività, valutando le necessità e le urgenze di cui ha bisogno il nostro paese.

 

Quale assessorato Le piacerebbe ricevere? Perché?

Francamente ritengo che il ruolo di "assessore" debba essere svincolato da preferenze individuali, in quanto l'interesse personale non deve prevalere su quello di tutti i cittadini.

Alla luce di ciò, mi impegnerò ad espletare l'incarico che il Sindaco riterrà più consono per la sottoscritta, al fine di tutelare gli interessi legittimi della collettività. Al momento posso solo dirle che la mia priorità è quella di svolgere, nel migliore dei modi possibili, l'incarico ricevuto, indipendentemente dalla delega che mi verrà assegnata; quindi mi impegnerò a non deludere né le aspettative dello stesso Sindaco, né quelle dei cittadini, i quali hanno tutto il diritto di essere rappresentati egregiamente. Pertanto, mi rimetto alla insindacabile volontà del Sindaco, il quale deciderà al meglio le deleghe da attribuire, sia alla sottoscritta, sia agli altri assessori, in ragione delle nostre propensioni e dei nostri curricula.

Commenti  

 
#2 polis 2014-07-20 17:55
vi dovete mettere veramente al servizio della cittadinanza .....questa e' la vostra missione alla quale siete stati chiamati da Roberto sarete "uno di noi".........e senza fare atteggiamenti di grandezza mi raccomando lo ripeto semlicemente "uno di noi"!!!!
 
 
#1 v. c. 2014-07-19 23:40
assessore qui non si parla di preferenze individuali ma di COMPETENZE!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI