ESCLUSIVA - Il comunicato del consigliere Giampaolo

10317750_10204521923470440_3475919532712645273_o

Negli ultimi giorni sembra che il consigliere Nicola Giampaolo sia stato abbandonato dall'intera coalizione che lo ha appoggiato durante tutta la campagna elettorale a seguito della sua decisione di aderire al Movimento Realtà Italia. La Voce del Paese pubblica qui in anteprima il Comunicato scritto dal Consigliere Giampaolo. Il consigliere tiene a precisare che le parole qui scritte sono rivolte esclusivamente ai suoi elettori e non a tutta la cittadinanza.

 

Mi fa piacere evincere che amici di cordata per le amministrative del 25 Maggio 2014 abbiano deciso di esternare la loro condivisione per la decisione del sottoscritto ad aderire al Movimento Realtà Italia. Questo mi esorta a spiegare le motivazioni di tale scelta. E' giusto riferirlo, innanzitutto ai miei elettori, dopo un'attenta valutazione e analisi del voto. Con presunzione sono giunto a capire e conoscere la provenienza del 95% dei miei voti e quelli attribuiti agli altri candidati sindaci. Da questa ampia deduzione evinco che alcuni miei candidati siano stati convinti, a non candidarsi, dietro assunzioni presso magazzini ed aziende ortofrutticole. Cosa strana: quanti assunti nel mese di Maggio non si sono votati?

Il sottoscritto è stato colui a ricevere più voti disgiunti nei confronti degli altri due candidati sindaci. Nonostante questa attenzione elettorale vorrei sottolineare il comportamento dell'ex assessore all'Agricoltura, Antonio Lettieri: pare che abbia avuto, giorno 23 Maggio 2014 un colloquio privato con Roberto Romagno, introno alle ore 13:30 presso il Viale Filippo Giampaolo. Dalle urne, mi riferiscono, che nella sezione di voto dello stesso Lettieri, siano usciti quattro voti, ricordando che la sua famiglia è composta da quattro membri familiari e solo quattro siano i voti presi da Daniela Lettieri e tutti DISGIUNTI con il candidato Romagno. Si precisa che tre voti sono stati i voti che hanno portato Romagno alla vittoria al primo turno.

Oggi Roberto Romagno sa che deve tenere conto del voto disgiunto a suo favore della Famiglia Lettieri. Probabilmente un favore politico potrebbe anche portare il riconoscimento di un Assessorato a chi gli ha permesso questa attenzione. E' giusto che il sindaco abbia conferma di questo.

Cosa invece sfavorevole alla nostra coalizione ed agli uomini e donne che hanno creduto nel nostro progetto: il ballottaggio avrebbe portato la nostra coalizione ad una maggiore forza, perché avremmo avuto non la Presidenza del Consiglio, ma l'Assessorato e soprattutto maggiore visibilità nel sottogoverno. Tutto questo non è avvenuto perché il TRADIMENTO POLITICO è alquanto chiaro. Il sottoscritto ha più volte ribadito ai candidati di evitare il voto a coppia uomo-donna per permettere una esplosione di più voti alle liste ed al Candidato Sindaco, cosa non avvenuta soprattutto per la Lista Italia Virtuosa dove sempre durante gli spogli si è appreso il continuo scrutinare dei voti accoppiati Lorusso Giovanni con Daniela Lettieri dove è certamente la favorita indiretta per ben 85% nel voto congiunto. A questo va anche valutata la posizione del Candidato Porfido, persona da me molto stimata a cui gli fu chiesto di non votarsi per favorire l'accoppiata Lorusso-Lettieri. Il sottoscritto, accettato il risultato elettorale si imbatte in controversie politiche da parte degli stessi e di alcuni candidati anche nella lista Insieme Si Può che li portano ad affiggere un manifesto congiunto tra Italia Virtuosa ed Insieme Si Può, per i ringraziamenti del voto estraniandosi dal resto della coalizione. A pochi giorni gli stessi, in modo particolare Antonio Lettieri ed Ilaria Mercoledisanto organizzano un incontro a mia insaputa nel formare un soggetto politico solo con alcuni candidati ed escludendomi. Incontri, questi, ripetutosi continuamente con lo sviscerare di un atto costitutivo. Aspetti inequivocabili di dissociazione al progetto. In base a tutte queste vicissitudini, ho valutato insieme ad altri personaggi di cordata del vecchio progetto di confluire in un'unica entità per riunire tutte le forza umane e migliorare le azioni politico-amministrative. Per questo ho scelto il Movimento Realtà Italia, che ha appoggiato Minguccio Altieri durante le amministrative. La motivazione, ripeto è che la Coalizione mi ha abbandonato!"

 

Nicola Giampaolo