Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

La maggioranza diserta il Consiglio, parla Valentini

la minoranza in consiglio

 

Prima di tutto i fatti: il Consiglio Comunale, fissato in data 23 ottobre in prima convocazione, è chiamato all’approvazione del Bilancio preventivo per l’anno 2014, dopo l’approvazione avvenuta in Giunta a fine settembre. Tutto pronto giovedì, quindi, per l’inizio delle operazioni in sala consiliare: arrivano i consiglieri di opposizione, il sindaco, il presidente Maggiorano… ma manca l’intera squadra di consiglieri della maggioranza. All’appello del segretario comunale, non essendoci il numero legale, si dichiara il passaggio della discussione in seconda convocazione (lunedì 27).

Cose che capitano, si potrebbe pensare. Ma una certa irritazione avvertita nei banchi dell’opposizione ha fatto pensare a qualcosa di più che un normale rinvio, ed abbiamo quindi contattato il rappresentante di NCD Oronzo Valentini per ulteriori chiarimenti.

Consiglio Comunale rinviato: che cosa è successo di preciso?

Siedo in Consiglio da 15 anni e credetemi, non è mai successo in tutto questo tempo un avvenimento del genere, il non raggiungimento del numero legale senza che venga precedentemente comunicato, come si dovrebbe, a tutti i componenti del Consiglio. Siamo rimasti allibiti ed abbiamo chiesto la convocazione della Conferenza dei Capigruppo per maggiori chiarimenti a riguardo.

Un fatto che si aggiunge al nervosismo legato ai ritardi nella consegna della documentazione, necessaria all’analisi del bilancio di previsione, nelle vostre mani.

Chiederemo ancora una volta i motivi per il quale non si è iniziato con i lavori preparativi all’approvazione il 10 settembre, infatti come per legge 20 giorni prima del limite del 30 settembre vanno consegnati ai consiglieri i documenti necessari alla valutazione del bilancio e puntualmente siamo rimasti senza alcuna carta in mano, una nostra interrogazione a riguardo è rimasta senza risposta; il 25 dello stesso mese abbiamo scritto al prefetto lamentandoci di tutto questo, ma anche in questo caso nessuno ha risposto; il 30/09 è stato approvato il Bilancio in Giunta, con altri atti collegati approvati solo il 17 di questo mese. La relazione dei Revisori dei conti ci è arrivata soltanto il 20 ottobre, mentre ancora ci manca una delibera sul piano pluriennale strategico 2014-2019: potete ben intendere quanto sia stato difficile per noi esaminare, in così poco tempo, tutto il necessario per dare un nostro giusto apporto alla discussione in Consiglio, per poi scoprire che lo sforzo è stato vano.

Il Presidente del Consiglio Maggiorano ha inteso questa assenza da parte della maggioranza come un modo per darvi più tempo per riflettere sul bilancio.

Considero le sue parole piuttosto fuori luogo: se davvero si voleva concedere più tempo al nostro lavoro, perché non presentarsi come di consueto in Consiglio ed approvare una sospensione? Così si concede davvero di più all’opposizione; ancora una volta sono mancati i modi da parte della maggioranza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI