Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Intervista esclusiva a Decaro: "Sarò il sindaco di tutta la Città Metropolitana"

Decaro e lo staff dei consiglieri metropolitani quasi al completo - Foto Voce del Paese

 

“Renzi è l’ultima speranza per l’Italia. Dopo di lui non c’è più speranza”. Antonio Decaro, sindaco di Bari e della Città Metropolitana, parla in esclusiva ai microfoni del network “La Voce del Paese”, per far sentire la propria voce ai territori che compongono l’area, quei paesi dove facciamo informazione locale. Si rivolge agli elettori che domenica voteranno per le elezioni primarie per la scelta del candidato presidente della Regione Puglia del centro-sinistra.

“Votate Emiliano perché sarà il sindaco della Puglia e vanta una lunga esperienza amministrativa”. Perché non votare Stefàno-Vendola? “Con 10 anni di Vendola – osserva Decaro – ha funzionato il brand Puglia nel turismo. Ma ci sono settori carenti: nell’ambito della Sanità siamo stati azzoppati dal piano di rientro per aver violato il patto di stabilità che nulla aveva a che fare con le spese sanitarie. Il piano di rientro da 450milioni di tagli in due anni ha fatto chiudere ospedali. Ora c’è bisogno di sanità territoriale e non di altri ospedali”.

I neoletti consiglieri della Città Metropolitana (ex Provincia di Bari) stanno lavorando articolo per articolo per dotare di regole la nuova architettura metropolitana di uno statuto e poter distribuire deleghe già dai primi di gennaio 2015. “Le deleghe non saranno distribuite per area geografica, altrimenti alimentiamo il campanilismo. Per scelta – confida ancora il sindaco – non ho voluto far parte della Commissione che deve redigere lo Statuto, per renderla quanto più bipartisan… in fondo è come una costituente. Non commetterò l’errore di sentirmi il sindaco di Bari… sarò il sindaco della Città Metropolitana. Ai consiglieri di maggioranza e minoranza ho solo chiesto di superare gli steccati ideologici”.

È vero che la Città Metropolitana riceverà succulenti finanziamenti? “Sì – conferma il primo cittadino e presidente della Città – riceveremo il 5% dei fondi Fesr a beneficio di tutte le città della ex provincia di Bari. È la prima volta che accade che arrivano finanziamenti senza intermediazioni dello Stato e delle Regioni. Ma non lo sceglie l’Italia, ce lo chiede l’Unione Europea che si accorge che il 50% della popolazione, ossia il 50% del Pil dell’Unione Europea, risiede nelle città metropolitane di tutta Europa”.

Quali consigli Decaro darebbe a Renzi? Tornare subito alle urne per il rinnovo del Parlamento?

“A Renzi consiglio di proseguire in quest’opera di rinnovamento del paese. Ma consiglio anche di stare attento a non radicalizzare troppo lo scontro con i sindacati e le altre parti del nostro paese, senza tuttavia cambiare la propria posizione, mantenendo la barra dritta sui temi importanti, tra cui il lavoro”. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI