Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Il leccio chiamato 'speranza'. Ultimo appuntamento con la festa dell'albero 2014. LA PHOTO GALLERY

IMG_6803

 

Si chiude con la scuola dell'infanzia di via F. Giampaolo la quarta giornata dedicata alla Festa dell'albero 2014, promossa da Legambiente e riproposta su iniziativa del vicesindaco e assessore all'Agricoltura e all'Ambiente Pinuccio Valenzano, in collaborazione con i due circoli didattici del territorio rutiglianese. Una manifestazione che, riproposta quest'anno, ha visto la partecipazione delle scuole dell'infanzia e delle scuole primarie nel contribuire ad un gesto in difesa del nostro ambiente: per ogni giardino e per ogni comunità scolastica, infatti, è stato piantato un albero non solo a simboleggiare l'importanza della tutela del paesaggio e della natura che ci circonda, ma a rendere anche più vivibile la cittadina e dare un esempio ai piccoli grandi cittadini del domani quali sono i bambini. L'ultimo appuntamento con il verde si è tenuto proprio nella scuola dell'infanzia di via F. Giampaolo, polo che appartiene al secondo circolo didattico "Aldo Moro", in occasione del quale è stata celebrata la giornata di chiusura della settimana dell'UNESCO, con tema l'alimentazione.

Natura e salute, due grandi valori che sono stati presentati ai bambini con gli strumenti del gioco e del divertimento: i bambini, infatti, hanno avuto la possibilità di imparare a riconoscere e distinguere gli alimenti nutrienti e necessari per la loro crescita, grazie alla preparazione di merende e spuntini deliziosi a base di pizze, pane e pomodoro, ciambelle e torte con la frutta, tutte preparate con il sostegno e l'aiuto delle maestre, che con loro si sono cimentate per abituarli ad apprendere i principi di una sana e corretta alimentazione. Assaggiatori d'eccezione delle merende preparate dai bambini sono stati genitori, mamme, papà, nonne che hanno partecipato alla manifestazione conclusiva, arricchita da canzoncine sull'alimentazione e dalla piantumazione finale del leccio nel piccolo cortile della scuola: ad intervenire per celebrare la Festa dell'Albero, il vicesindaco Valenzano e il prof. De Chirico, il dirigente scolastico, entrambi entusiasti dell'iniziativa. "Ho accolto la proposta dell'assessore Valenzano con molto entusiasmo perché sono convinto che si debba riprendere questa iniziativa proprio per l'importanza che ha, anche nell'ambito della settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile: si parla di sostenibilità, di natura, di alimentazione, di salute, di sviluppo, di rispetto per le nostre risorse. Sono tutti temi cari per l'educazione e la formazione dei bambini", dichiara il prof. De Chirico, "ed è da qui che bisogna ripartire per formare in maniera consapevole i nostri alunni e dare loro gli strumenti per guardare con occhi responsabili tutto ciò che ci circonda, a partire da questo albero che simboleggia una grande ricchezza per la vita dell'uomo e dei nostri bambini." "Sono davvero lieto di concludere qui la Festa dell'Albero: nei giorni scorsi siamo stati nelle altre scuole, abbiamo piantato esemplari di altri alberi che ora arricchiranno i cortili, porteranno il ricordo di queste giornate speciali e saranno un contributo per la nostra comunità. Sono storie, nature, emozioni e profumi che fanno parte di noi, della nostra macchia mediterranea e della nostra terra, quella a cui apparteniamo e quella che dobbiamo difendere e tutelare, oggi e tutti i giorni", dichiara Valenzano. Un albero chiamato 'speranza', quello di via F. Giampaolo, che custodirà le promesse e le emozioni dei piccoli alunni, uomini del domani. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI