Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

"Sono sempre stato sereno" - Commento post-sentenza di Minguccio Altieri

minguccio altieri

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese - edizione Rutigliano", nelle edicole da sabato 28 marzo.


La sentenza respinge il ricorso dell'opposizione

LA REAZIONE:

“Sono sempre stato sereno”

Le dichiarazioni dell’ex candidato sindaco dott. Minguiccio Altieri


La sentenza del Tar (clicca qui per riascoltare AUDIO esclusivo del giudice) è arrivata mercoledì scorso, mortificando le speranze di chi avrebbe voluto il dott. Altieri alla guida di Rutigliano. Romagno rimane al suo posto, seppure molti cittadini non avranno esultato alla notizia, vedendo scemare la possibilità concreta di poterselo togliere di torno. Perché il giudice si è espresso in tal senso? Le motivazioni ufficiali saranno rese pubbliche probabilmente tra qualche settimana.

Nel frattempo, sappiamo che non stati presi in considerazione dal giudice quegli ottanta voti circa a favore di Altieri, venuti fuori a seguito del riconteggio ordinato dallo stesso Tar, ma che il giudice si sarebbe limitato ad esprimere un giudizio solo sulla base dei voti oggetto del ricorso e del controricorso, e su quelli la coalizione Altieri perderebbe per due voti.

“Io sono stato sempre sereno sulla faccenda del ricorso – afferma l’ex candidato sindaco ai nostri microfoni, subito dopo la sentenza –. Era un atto quasi dovuto, dal momento che i nostri rappresentanti di lista avevano segnalato alcune situazioni da verifica e che un po’ di confusione ai seggi durante lo scrutinio c’era stato.

Ho sempre detto a me stesso e agli altri di attendere con serenità il giudizio della magistratura. Le sentenze vanno rispettate anche se, conoscendone le motivazioni, non sono esenti completamente da possibili critiche. Valuteremo le motivazioni che ne stanno alla base anche se appare evidente già da ora una contraddizione: il Tar dice di aprire tutte le schede delle sezioni indicate e  poi non tiene conto del risultato ottenuto sulle stesse.

Mi fa ricordare di un chirurgo che si limitava a trattare solo la patologia per cui il paziente si era presentato in sala operatoria anche se si trovava fronte, nel campo operatorio, ad un'altra situazione patologica. Poi era grazie ad un bravo aiuto chirurgo che si sistemava tutto e per il paziente andava tutto bene. Attendiamo le motivazioni che saranno pronte a giorni e valuteremo gli atti consequenziali futuri all’interno del gruppo. Intanto continuiamo a svolgere il nostro compito di consiglieri di opposizione,  nell'interesse esclusivo della nostra città, come sempre abbiamo fatto”. 

Commenti  

 
#2 ..... 2015-03-31 17:30
fino a quando tutta quella gente che nomini stava nella VOSTRA COALIZIONE E A GOVERNARE CON VOI? (non tanto tempo fa ma solo fino alla passata legislatura, 8 mesi!) .... quindi vuoi dire che quando governavano con voi gli avete dato aggio di speculare alle nostre spalle? .... ma non ti vergogni? VERGOGNATI DI AVER AMMINISTRATO MALAMENTE NELLE PASSATE LEGISLATURE E VERGOGNATI DI AVER PERMESSO LORO DI SPECULARE! ... poi se mi spieghi cosa significa che le vostre realtà che stanno prendendo piede sono + accomodanti te ne sarei grato! .... stai attento a come parli perchè le tue affermazioni sembrano MOLTO GRAVI! .... POI FINISCILA DI FARE IL LACCHE' E CERCA DI ESPRIMERE IL TUO PENSIERO E NON QUELLO TI PROPINANO GLI ALTRI ... FARESTI + FIGURA!
 
 
#1 il giusto 2015-03-30 14:44
minguccio................. la sai qual'e la verita'?????......tra di voi c'e' gente che soffre di protagonismo vedi valentini ,digioia,divella,antonicelli,martire ecc.....insomma tutti quelli che hanno scritto un momento di storia politica a rutigliano positiva o negativa che sia,ora non hanno + storia in quanto la gente ha capito che loro non sono l'unica realta' espressiva del paese,ma ci sono anche altre realta' che stanno prendendo piede molto + accomodanti di quelle che hanno sempre speculato alle spalle dei rutiglianesi a molti anni a questa parte!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI