Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Rutigliano “Comune Riciclone di Puglia”: dal 2020 aumenta la Tari!

PD-Rutigliano23

Si torna indietro di 15 anni!

#succedesoloaRutigliano


Il Sindaco Romagno, senza alcun coinvolgimento delle forze politiche locali, con superficialità ha approvato nella conferenza dei Sindaci del 10/02/2015, il piano di gestione  unitaria dei rifiuti e dell’igiene urbana tra i sei comuni che compongono l’ARO 7/BA (Rutigliano, Noicattaro, Cellamare, Triggiano, Capurso e Valenzano) vanificando gli sforzi dei rutiglianesi di questi anni.

In quella sede , attraverso un preventivo coinvolgimento dell'intero consiglio comunale e delle associazioni locali, l'esperienza di Rutigliano avrebbe potuto rappresentare un esempio da seguire.

Al contrario, grazie al voto del Sindaco:

- aumenta il costo di gestione per un appalto che avrà una base d’asta di 2.424.943 euro, invece che i 1.531.000 euro circa che attualmente il comune paga alla ditta Gassi-Esposito.

Ingiustificate appaiono alcune voci che legittimano  l'aumento del costo. Tra queste: “ammortamento mezzi ARO” (oggi è la ditta che gestisce la raccolta proprietaria dei mezzi) e lavaggio cassonetti (ormai eliminati a Rutigliano già da quattro anni);

- scendono gli obbiettivi minimi di differenziazione che l’azienda appaltatrice dovrà assicurare: il 55% per il primo anno e il 65% per il secondo anno( quando Rutigliano viaggia su medie pari al 79 %)

- restano ancora le campane per la raccolta vetro per le nostre strade

- compariranno 81 cassonetti da 1100 lt  nelle aree periferiche di Rutigliano nelle quali il servizio porta a porta non sarà più garantito per indifferenziato,carta e plastica.

Avete capito bene: all’incirca  800.000 euro che oltre a gravare interamente sulle tasche dei cittadini rutiglianesi, dal 2020 aumenteranno inevitabilmente le tariffe Tari e ci faranno tornare indietro di circa 10 anni.

Ancora increduli difronte ad una scelta inconcepile come quella espressa in consiglio comunale dalla maggioranza di centrodestra  ci chiediamo:

-Come mai  un progetto approvato dallo stesso nostro Sindaco Romagno a inizi febbraio 2015 nell’assemblea dei  Sindaci dell’ARO è stato reso noto  solo nella conferenza di capigruppo di lunedì 06 Maggio che ha preceduto il voto nel consiglio comunale di giovedì?

-Si può rappresentare una comunità senza tener conto delle esperienze maturate approvando un progetto che in termini di utilità per i rutiglianesi potrebbe peggiorare la situazione dal punto di vista economico e ambientale?

Invitiamo il Sindaco Romagno a rispondere pubblicamente a queste domande  lo deve ai  cittadini di Rutigliano che rappresenta, quei cittadini che sono da ormai 4 anni esempio in tutta la Puglia  per l’impegno profuso nel fare proprio un processo di civiltà e di rispetto dell’ambiente come la raccolta differenziata e che non meritano ulteriori aumenti della tassazione.


COMUNICATO STAMPA PD RUTIGLIANO

Commenti  

 
#1 mingo 2015-05-12 14:51
Vergogna sindaco e comune...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI