Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Estate Rutiglianese 2015. Le anticipazioni dell’assessore

Rutigliano- L'assessore Altieri

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Non avremo l’estate dai grandi nomi. Città Metropolitana non dà fondi

Al termine della seconda settimana di giugno ci prepariamo ad accogliere a braccia aperte la stagione estiva. Giornate più lunghe, calde, afose, sere fresche e piacevolmente rilassanti, lunghe camminate per le vie del paese e, soprattutto, l’Estate Rutiglianese. Con l’estate alle porte ci si chiede già quali saranno le novità della rassegna di eventi estivi del 2015. A questo proposito abbiamo intervistato il promotore culturale dell’amministrazione, nonché “Uomo delle notti bianche”. L’assessore alla Cultura ed al Turismo Gianvito Altieri.

Quali eventi attendono i rutiglianesi quest’estate?

Stiamo ricevendo un sacco di proposte da varie compagnie teatrali, gruppi musicali, cittadini rutiglianesi che hanno iniziato ad organizzare eventi. Stiamo valutando la realizzabilità degli spettacoli. Incontreremo qualche difficoltà derivata dalla ex Provincia. Non essendoci più il decentramento culturale, avremo un’estate più povera in quando potremmo disporre unicamente dei fondi dell’ufficio cultura di Rutigliano.

La Città Metropolitana non prevede il decentramento culturale?

Purtroppo no. Dovremo contare sulle nostre forze. Siamo stati chiamati a fine aprile dal Consigliere Metropolitano che ci ha dato questo avviso. Mi sono chiesto francamente a cosa serva un assessore metropolitano alla cultura. Con tutta la buona volontà che ci mette ma, non avendo fondi da distribuire non capisco come riesca ad adempiere al ruolo di promotore provinciale della cultura. Spettacoli rutiglianesi, possibili grazie ai finanziamenti della Provincia furono lo Show di Pio e Amedeo, “Hell in the Cave” durante la notte bianca o ancora l’esibizione dell’Orchestra Provinciale. Quest’anno dovremo reggerci sulle nostre gambe.

Quali gli eventi in programma?

In realtà abbiamo già iniziato con alcune presentazioni letterarie. La prossima in programma è il 19 giugno, presentiamo un libro noir con la cartolibreria Barcadoro. Il 26 giugno ne presentiamo un altro, “L’amore ai tempi di Facebook” scritto da Gargano. Abbiamo già riscosso un discreto successo con la presentazione nel Parco Urbano del libro di Scansi della scorsa settimana. Stiamo cercando di avere una collaborazione importante con gli altri comuni appartenenti al SAC, in particolar modo con Polignano alla quale abbiamo chiesto di ospitarci con un info poin durante la rassegna de “Il libro possibile”. A Polignano abbiamo inoltre chiesto ospitalità ogni fine settimana fino alla fine della stagione per la promozione degli eventi rutiglianesi. Tra gli eventi programmati e confermati abbiamo già il 27 giugno con la nuova notte bianca; il 4 luglio con la tradizionale Festa del Grano promossa dall’Ass. Porta Nuova; l’11 luglio dovrebbe essercil’inizio della manifestazione organizzata dall’associazione Protezione Civile “Ali Verdi”; il 26 luglio la tradizionale festa dell’UNITALSI; il 3 agosto la “Sagra del Cavatello”; il 9-10 con la tradizione legata ai festeggiamenti di San Lorenzo; a seguire tutta una serie di iniziative come quella del 6 settembre con lo spettacolo dell’ANAD “Scarpette Rosa” senza dimenticare le feste del SS. Crocifisso e la Festa dell’Uva. Nel frattempo dovrebbero esserci le tipiche rassegne cinematografiche. Sarebbe interessante spostare alcune proiezioni nel nuovo Parco Urbano. È in programma anche una rassegna musicale, tre date promosse dalle associazioni Odè e Tibarium; una rassegna di tre serate danzanti a cura dell’ANAD “Scarpette Rosa”.

State cercando di sopperire alla mancanza di fondi provinciali con la collaborazione delle associazioni?

Assolutamente sì. Non avremo l’estate dei grandissimi nomi perché, chiaramente, i grandi nomi costano. Dobbiamo cercare di far lavorare il più possibile le band emergenti, gli artisti locali, coloro che vogliono impegnarsi in questo.

Commenti  

 
#1 Nemo 2015-06-18 13:50
Ma che attività sono?
L'attività di scarpette rosa ANAD è a spese dei genitori (totalmente pagato dai genitori dei bambini), pubblicità per la presunta scuola di danza, e l'assessore si vende qusta attività come se fosse organizzata dal comune per i cittadini di rutigliano? Più che altro è lui che fa il teatro dell'assurdo!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI