Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Una piazza 5 Stelle con Laricchia, Guarini e Conca

Rutigliano- Una piazza 5 Stelle con Laricchia, Guarini e Conca (3)

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa 

I tre portavoce al nuovo Consiglio regionale di Puglia incontrano i cittadini rutiglianesi

L’APPELLO AI RUTIGLIANESI: Restate vigili assieme a noi per accelerare il cambiamento

 

“A tutti i cittadini di Rutigliano e in particolare alle 1241 persone che, libere di votare, hanno sostenuto i nostri rappresentanti al Consiglio regionale pugliese” – è con queste parole che si aprono le tende dell’agorà tenuta dai 5 stelle venerdì scorso in piazza XX settembre alla presenza di molti cittadini. Tre gli ospiti di rilievo, Viviana Guarini, Mario Conca e Antonella Larecchia, tre dei sette portavoce eletti al Consiglio regionale dopo l’importante risultato elettorale che ha visto l’ex candidata alla presidenza posizionarsi al secondo posto, battendo sia il prof. Schittulli che l’asso nella manica di Forza Italia, la Poli Bortone.

“Sono una delle 5 donne elette in Regione, di cui ci piace ricordare, quattro sono state elette dal movimento cinque stelle. – sottolinea con orgoglio la Guarini – Questa è stata una delle prime grandi lezioni che abbiamo dato ai partiti. Abbiamo dimostrato che quando si dà la possibilità di scegliere ai cittadini in maniera libera, non si ha bisogno dell’età o del genere. Dove sono entrati i 5 stelle – prosegue – “abbiamo sempre dimostrato di aver fatto quello che avevamo promesso” “e siamo certi che lo faremo anche in questa Regione”. “I pugliesi ci hanno votato per essere un’alternativa che andasse lì dentro a fare luce, ad essere vigile e a portare soprattutto la difesa della trasparenza”. “Faremo quell’opposizione che in questa Regione probabilmente non c’è mai stata”. “Al contempo continueremo a fare quello che in realtà facciamo sempre: essere propositivi, portare contenuti”. Ma la responsabilità della situazione attuale è anche dei cittadini, di chi ha smesso di informarsi e di indignarsi, di chi si è rassegnato non andando a votare e di chi, invece, ha votato sempre gli stessi, dietro una falsa promessa o dietro un’intimidazione: ed è questo uno degli argomenti principali che lega gli interventi dei tre ospiti. “Se la situazione è quella che è – spiega la portavoce – la colpa è anche la nostra, perché abbiamo smesso di interessarci e di indignarci. Avete l’obbligo morale di riprenderci”, “se continuerete a delegare le vostre responsabilità, le cose non cambieranno mai”. “Quello che vi chiediamo è di restare vigili assieme a noi” per “accelerare il cambiamento”.

“È singolare che chi voti il Pd o altro poi chieda al movimenti 5 stelle di sistemare le cose” – sottolinea invece il portavoce Conca. “Sanno che sono persone che da sempre promettono e non fanno”, “però sono stati costretti a votarli o per la promessa di un posto di lavoro o perché gliel’ha detto l’amico”. E sul “pasticcio” della legge elettorale, per cui sarebbe stato trascritto male un emendamento e per cui la prefettura ha “congelato” gli eletti, spiega: “Si continua a temporeggiare, perché qualcuno ha perso la poltrona e non si dà pace”. E aggiunge poco dopo, senza usare mezzi termini: “Cominceremo a prendere possesso di una struttura dove sappiamo di trovare lo schifo”. Conca rimprovera l’assenza in Puglia di un’opposizione di pugno, “perché c’era chi mangiava a destra e chi mangiava a sinistra”, “facevano ogni tanto qualche comunicato di dissenso, però alla fine si mettevano sempre d’accordo”. “Basta che mi guardo intorno e vedo lo schifo”: sanità, mobilità, istruzione, strutture fatiscenti, “vedo tante persone che hanno anche il timore di dire per chi hanno votato”, “hanno paura di eventuali ritorsioni”, “temono che qualcuno gli possa negare un loro diritto”. A questo punto scatta un lungo applauso da parte dei presenti. Ma Conca non si ferma qui: assunzioni clientelari, mazzette, gestione degli appalti, vitalizi. “Questi signori non si vergognano di niente. E cosa facciamo noi? Li andiamo a votare!” “Fino a ieri non c’era nessuno che li contrastava, oggi noi sappiamo dove andare a mettere le mani e quando ci entreremo (in Regione ndr) lo sapremo ancora meglio”. “Sicuramente gli rovineremo la festa”, “perché loro sono delinquenti”. “In tutti i partiti troveremo la brave persone, ma le brave persone vengono messe in un angolo”.

 

LUCIA SALVI

Rutigliano- Una piazza 5 Stelle con Laricchia, Guarini e Conca (2) Rutigliano- Una piazza 5 Stelle con Laricchia, Guarini e Conca

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI