Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

“Via l’IMU dai terreni”

Conversano-Il senatore Boccardi, componente della Commissione Bilancio

 

Il Senatore Boccardi è primo firmatario di 10 emendamenti alla Legge di Stabilità

 

“Tutti i terreni devono essere esenti dall'IMU a partire dal 2016, indipendentemente dal titolo del possessore e dalla collocazione geografica". È quanto prevede un emendamento alla Legge di Stabilità presentato dal senatore pugliese e turese di Forza Italia, Michele Boccardi, componente della Commissione Bilancio del Senato, e che ha già superato il vaglio di ammissibilità.

"La necessità di intervenire su questo tema - continua Boccardi - è anche di carattere ambientale e territoriale. Molti terreni oggi sono coltivati non per produrre reddito ma per rendere belli i nostri territori, mantenere e salvaguardare i paesaggi e soprattutto per offrire un servizio di prevenzione dal dissesto idrogeologico, dagli incendi e dall' abbandono. Non possiamo quindi imporre maggiori oneri a chi volontariamente e anche rimettendoci di tasca sua svolge questa opera. Tutto questo contrasta con gli annunci di prevenzione dai rischi e di tutela del territorio".

Tra tutti gli emendamenti presentati e segnalati, Boccardi è il primo firmatario di 10 emendamenti, che sono stati considerati di particolare importanza e rilevanza. Le modifiche proposte toccano una serie di settori quali l’Agricoltura, il Mezzogiorno, il Lavoro, il Turismo, l’annosa questione sulle televisioni private.

"Per rafforzare il sistema industriale del mezzogiorno, nonche' per stimolare la ripresa degli investimenti nelle imprese localizzate nelle regioni meridionali, occorre istituire un apposito credito di imposta sugli investimenti finanziato con fondi comunitari". Così Boccardi presenta un altro degli important emendamenti alla Legge di Stabilità.

"La necessità di prevedere un regime agevolato per gli investimenti al Sud - aggiunge Boccardi - serve per consentire alle imprese diligenti, quelle che pagano l'Iva, Irap, Ires e Inps, di rafforzare la propria efficienza e produttività”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI