Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

L’ITET Montale resterà dov’è. Studenti e Genitori chiedono spiegazione al Sindaco

Il corteo del Montale

 

Giornata di protesta e rivolta studentesca all’ ITET “Eugenio Montale di Rutigliano”.

All’indomani della notizia giunta dall’Area Metropolitana l’Istituto di Istruzione Superiore di Rutigliano è insorto sfociando in un corteo tra le strade del paese fino all’ufficio del sindaco Roberto Romagno.

Il Consiglio dell’Area Metropolitana, di cui lo stesso Romagno e il consigliere PD Giuseppe Valenzano fanno parte, ha approvato lo scorso 21 dicembre un emendamento riguardo l’accorpamento degli istituti ITET e Liceo Scientifico “Ilaria Alpi” di Rutigliano.

Questa decisione, in discussione nei prossimi giorni presso l’Ufficio Scolastico Regionale, comporterebbe l’unione giurisdizionale dei due istituti Rutiglianesi, a discapito della reggenza “Pertini-Montale” di Turi.

Alle ore 9.30 del movimentato lunedì 11 gennaio, studenti rutiglianesi, turesi e unione di genitori hanno marciato armati di striscioni lungo via Conversano diretti verso Piazza Kennedy, centro del potere rutiglianese.

Le richiese degli alunni e dei genitori sono semplici: Garanzia per il futuro. Serpeggia, infatti la voce secondo la quale questo accorpamento sia il preludio di un cambio sede in favore dei liceali, i quali in sovrannumero (secondo stime approssimate e non verificate) punterebbero agli spazi dell’Istituto Tecnico. “Se la sede verrà cambiata, la classe di mia figlia richiederà il trasferimento” minaccia una madre, “ho scelto l’ITET per i laboratori, le strumentazioni, le strutture presenti, non possono togliercele” continua.

Lo scompiglio è stato creato da un piccolo gesto, una sottigliezza che ha scatenato una gran bufera negli animi degli studenti e genitori del “Montale”: un commento su facebook.

Ad informarci dell’accaduto è un rappresentante dei genitori. Il malcontento è scaturito in seguito ad un commento sul social network firmato da un rappresentante dei genitori dell’Ilaria Alpi riguardo piani futuri privi di fondamento riguardo lo scambio di sede. “Finalmente lo scientifico avrà una sede degna” cita il genitore preoccupato. La stessa rappresentante ci riferisce di aver chiesto spiegazioni al mittente di questo messaggio che ha continuato, a quanto pare, con la frase “a settembre, vogliate o no, saremo nella vostra sede”.

  L’intervento del Sindaco è stato risolutivo. Durante un incontro alla presenza di due rappresentanti dei genitori, due rappresentanti degli studenti, la stampa e i consiglieri Lepore e Troiani, il Primo cittadino ha rassicurato i delegati ribadendo la competenza regionale in argomento di Istituti Scolastici Superiori, smontando la teoria del cambiamento di sede e mostrando progetti futuri per l’auspicata unione dei due istituti in un unico Polo Scolastico, occasione che sancirebbe la crescita e l’autonomia rutiglianese per un territorio che è, testualmente, “da troppo tempo terra di conquista”.

Al termine dell’incontro il Sindaco Roberto Romagno ha incontrato gli studenti presenti in manifestazione con un discorso riassuntivo in Sala Consiliare: “L’ITET montale è nato lì e resterà lì”.

Gli studenti davanti al Comune Rutigliano- montale (1)

Commenti  

 
#2 CRESCERE 2016-01-11 21:44
Che bella messa in scena,
perchè non dite chi è il cittadino che ha fatto tali affermazioni riguardo alla struttura, di certo un cittadino singolo non è una istituzione.
Il polo unico a Rutigliano significherebbe AUTONOMIA e cioè crescita per il paese.
Nessuno vuole togliere niente a nessuno se non si ha il diritto di farlo.
Pensiamo al bene dei nostri figli e non al puro egoismo dei pochi.
 
 
#1 perplesso 2016-01-11 20:33
e basta con questa difesa anacronistica di orticelli infruttiferi..l'unione fa la forza..insieme si cresce come comunità rutiglianese... rutigliano e turi sono culturalmente lontani anni luce...bisogna solo rimettersi in discussione ogni tanto
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI