Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Aro Ba/7 in attesa del gestore unico

I sindaci dell'Aro BA 7, al termine di un incontro diversi mesi fa


Per Rutigliano è prevista la possibilità di aderire o meno al gestore che sarà presto individuato

Ammonterebbe a quasi 117 milioni di euro il valore generale complessivo presuntivo della gara d'appalto istituita per individuare il gestore unico per la raccolta dei rifiuti urbani nei sei comuni dell'ARO BA/7 "Entroterra Pianura". A prenderne parte, assieme a Capurso, Cellamare, Triggiano, Valenzano e Noicattaro, anche il comune di Rutigliano, per cui il valore annuo dell'appalto corrisponderebbe a poco più di due milioni di euro. Un momento di decisione per il servizio di raccolta e gestione dei rifiuti rutiglianese, in attivo con l'attuale gestore fino al 31 ottobre 2020. Mentre nei comuni di Capurso, Noicattaro e Valenzano, infatti, il nuovo gestore sarà attivo fin da subito, per Rutigliano e gli altri due comuni, al contrario, ci sarebbe la possibilità di rimanere con il proprio gestore oppure di optare per i nuovi servizi unificati ed aderire al nuovo sistema di gestione. Diverse, anche, sarebbero le scadenze dei contratti d'appalto con i gestori attuali del servizio: per Cellamare, la data sarebbe il 30 novembre 2018, mentre per Triggiano il 18 dicembre 2019. Si tratterebbe, dunque, di una scelta sulla base dei costi e delle offerte migliorative che, nel momento in cui sarà bandita la gara dell'intero Aro, si prenderanno in considerazione.

Di ben nove anni sarà la durata del nuovo contratto, per cui i comuni di Capurso, Noicattaro e Valenzano stanno procedendo attraverso una serie di gare-ponte e di ordinanze contingibili, nell'attesa della gara vera e propria. "Ritengo che l'Aro abbia svolto un ottimo lavoro, impegnandosi a recepire le istanze dei diversi territori di competenza. Ha agito sia pur nella complessità di dover fare una gara unica, in cui siano contemplate le necessità di ciascun comune, con tutti i bisogni e le esigenze che ognuno di questi possiede", così ha commentato il sindaco Roberto Romagno. "La situazione per Rutigliano, tuttavia, è diversa, considerando gli sforzi fatti in questi anni e gli ottimi risultati raggiunti per la raccolta differenziata. Ora aspettiamo che la gara venga espletata e che venga individuato il nuovo gestore, e in base a questo faremo le opportune valutazioni, considerando altresì la certezza del servizio attuale su cui il territorio rutiglianese può contare." Costi migliorativi e servizi aggiuntivi faranno, dunque, da ago della bilancia per valutare il nuovo servizio in termini di efficienza ed economicità. Necessario, se il passaggio al nuovo gestore dovesse avvenire nei prossimi mesi, sarà però la comunicazione preventiva per l'attuale gestore: Rutigliano, infatti, si impegnerà a comunicare un anno prima la scelta fatta, così come prevede il contratto.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI