Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Valenzano: "Rutigliano è in ritardo"

Il vicesindaco e assessore all'Agricoltura Pinuccio Valenzano


L'Assessore all'Ambiente si impegna a collaborare con ambientalisti e comuni viciniori

L’Assessore all’Ambiente Pinuccio Valenzano, al nostro arrivo, contatta telefonicamente il dott. Vittorio Farella, presidente dell'Associazione Chiudiamo la Discarica Martucci di Mola di Bari, per delucidazioni riguardo gli sviluppi della questione “Discarica Martucci”. A seguito di questa conversazione telefonica, il Vicesindaco del Comune di Rutigliano risponde a qualche nostra domanda.

Assessore, perché Rutigliano non ha chiesto di prendere parte a questo tavolo?
“Fermo restando che sono ad oggi in contatto con il dott. Vittorio Farella e stiamo collaborando con lui fornendogli dati utili alla causa, per quanto riguarda il tavolo tecnico devo ammettere che ero del tutto disinformato, non sono stato coinvolto. Anzi, l’amico Farella è felice di vedermi partecipe perché conosce il mio attaccamento alla questione “Martucci”: unitamente al professore Pietro Santamaria, sono attivo - a titolo personale - da decenni, fin dai tempi dei cortei e delle manifestazioni a Conversano. Riguardo le attuali discussioni, non sono mai stato contattato; per questo ho invitato l'amico Farella a coinvolgermi e a comunicarmi eventuali tavoli tecnici proprio per poter dare anche noi il nostro contributo e far sentire la nostra voce. Su una situazione del genere non si può essere silenti. Da oggi ci rendiamo disponibili ad incontrarci, confrontarci e a condividere un percorso”.

Siete in possesso di dati che possano tracciare un quadro attendibile della situazione ambientale in C.da Martucci?
“Il dott. Farella ha fatto esplicita richiesta di materiale agli uffici predisposti e noi, Comune di Rutigliano, glieli abbiamo naturalmente forniti. Non conosco nello specifico di quali dati ha avuto bisogno per andare avanti nel percorso”.

Il nostro Comune si è costituito parte civile all'interno del processo a carico della Lombardi Ecologia srl e dei soci che hanno realizzato e gestito il sito. Può darci un aggiornamento sulla situazione?
“Non so cosa sia successo. Sono dell’avviso di chiacchierare con questi amici che stanno seguendo dal vivo, però, a giudicare dai miei informatori, gli attivisti sono molto sfiduciati dato che si intravede la prescrizione e situazioni che allontanano sempre di più i nostri obiettivi”.

Un recente comunicato del Movimento Cinque Stelle, ha evidenziato una carenza nei controlli preventivi sulla discarica conversanese. Come intendete intervenire?
“Ho letto qualcosa in merito scritto dal M5S e a volte ho chiesto anche un incontro per poter parlare di questo argomento. Ma, dopo la parte teorica, bisogna passare alla parte operativa che, molto spesso, è la fase in cui molte persone si defilano”.

Indubbiamente la presenza della maxi-discarica in C.da Martucci mette in pericolo anche Rutigliano, distante una manciata di Km da Conversano. L’amministrazione come intende fronteggiare questa situazione?
“Bisogna prima avere dei dati tecnico-scientifici. Solo in seguito, in presenza di valutazioni reali e concrete, l’Amministrazione si deve fare carico dei suggerimenti provenienti dagli istituti di ricerca. Siamo a conoscenza della situazione, che per altro è fuori dal nostro territorio, ma allo stesso tempo l’Amministrazione può prendere provvedimenti solo sulla scorta di studi forniti da Enti e figure competenti in materia”.

L’Amministrazione non può richiedere indipendentemente questi dati di cui ha bisogno?
“Dopo la telefonata con il dott. Farella abbiamo contezza che il Comitato ha già richiesto questo tipo di interventi. Fare oggi richiesta a questo tipo di dati sarebbe inutile perché è Rutigliano in ritardo, visto che i comuni di Mola, Conversano e Polignano si sono mobilitati già da tempo. Io sono per 'sostenere' il lavoro degli altri comuni e affiancarci in questo tipo di iniziativa e unirci a loro dando una forza maggiore a sostegno della causa”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI