Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Il PD chiede le dimissioni del Presidente Maggiorano

PD Rutigliano logo


Incapacità - Approssimazione - Scelleratezza

Sono questi gli aggettivi con cui il Circolo del Partito Democratico di Rutigliano, descrive l’operato dell’amministrazione Romagno, in merito alla sentenza del TAR emessa il 12 febbraio che ha duramente sanzionato il Comune di Rutigliano per aver dichiarato superato l’ormai famoso art. 13 delle NTA al PIP di Via Adelfia con una insolita “tempistica accelerata, quasi affrettata”, durante la seduta del Consiglio Comunale tenutasi lo scorso 15 dicembre.

È del tutto evidente come l’amministrazione Romagno si sia dimostrata, ancora una volta, incapace, inadatta, quasi maldestra nel prendere decisioni in nome dell’intera collettività rutiglianese! Ma non solo. Come ormai spesso accade, anche questa decisione è stata presa in maniera autonoma ed arbitraria dalla stessa Amministrazione svuotando così di ogni contenuto il Consiglio Comunale e spogliandolo della sovranità che le è propria. Nessuna conferenza dei capigruppo e nessuna commissione hanno preceduto la seduta di consiglio. Quindi nessuna possibilità di partecipazione da parte dell’opposizione alle scelte che riguardano la nostra comunità.

È stata inaccettabile la decisione presa in tutta fretta dalla giunta Romagno di approvare, solo tre giorni prima della seduta di consiglio, ed inserire il superamento dell’art. 13 delle NTA tra i punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, non permettendo quindi ai consiglieri comunali di poter approfondire l’argomento, capire le ragioni della richiesta di superamento e dunque poter decidere nel merito.

Intollerabile è per noi l’idea che il Comune di Rutigliano anche attraverso le funzioni del Presidente del Consiglio Comunale, abbia esercitato un vero e proprio “eccesso di potere con lesione del principio di imparzialità della Pubblica amministrazione” come la stessa sentenza afferma!

Crediamo nei valori della giustizia, rispettiamo le sentenze e la diretta applicazione politica della sentenza emessa dal TAR, ci impone di chiedere a gran voce al Sindaco e al Presidente del Consiglio, Geom. Michele Maggiorano, non più in grado di garantire imparzialità all’interno dell’assise comunale, di rassegnare le proprie DIMISSIONI.

Il Partito Democratico di Rutigliano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI