Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Una sala pubblica per i funerali laici

La sala del commiato del Comune di Bari

 

Una sala per il commiato dei defunti, laica, pubblica e fruibile da chiunque ne faccia richiesta, senza discriminazioni di alcun tipo in ordine all'accesso. Questa l'estrema sintesi della mozione presentata dai consiglieri del Partito Democratico Domenico Altieri, Antonella Berardi e Giuseppe Valenzano.

"Già molte Amministrazioni Comunali italiane - scrivono i consiglieri PD - hanno realizzato locali dignitosi per la celebrazione ed il ricordo dei defunti non appartenenti ad alcuna confessione religiosa o, in ogni caso, differente dalla cattolica". Ed infatti a partire dal 2011, sotto la spinta propulsiva dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR), varie città - compresa quella di Bari - hanno destinato appositi spazi per lo svolgimento dei funerali di tutti quei cittadini che, non riconoscendosi in alcun credo, rifiutano le ritualità religiose.

"Ad oggi molte famiglie del Comune di Rutigliano - proseguono i consiglieri - si ritrovano ad affrontare il momento più difficile, senza poter esercitare di fatto alcuni diritti fondamentali come il diritto alla libertà di pensiero, di espressione e di religione".

Ebbene, considerando che in Puglia esiste già dal 2008 una specifica legge regionale (la n.34) che promuove "la realizzazione di una struttura per il commiato", il Partito Democratico chiede all'Amministrazione Romagno di individuare un locale idoneo a tale scopo, verificando di concerto con gli uffici competenti "le migliori soluzioni per la realizzazione, manutenzione e gestione della stessa sala".

FABIO D'APRILE

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI