Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Centro Storico: "Sedotto e abbandonato"

Il consigliere giuseppe Valenzano


I consiglieri PD puntano il dito contro le promesse disattese dall'amministrazione Romagno

Prosegue l'attività di controllo che, da qualche mese, il Partito Democratico esercita con sempre più determinazione sulle vicende amministrative rutiglianesi. Dopo la mozione di sfiducia del vicepresidente Maggiorano per la vicenda Divella-Magel e la richiesta di allestire una sala pubblica per celebrare i funerali laici, questa volta i consiglieri Antonella Berardi e Giuseppe Valenzano hanno protocollato un'interrogazione a risposta scritta sulle condizioni del centro storico, chiedendo che la stessa sia iscritta all'ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.

I consiglieri democratici esordiscono ricordando che le linee programmatiche del governo Romagno, approvate nel settembre 2014, avevano previsto l'esame "delle criticità del Centro Storico e delle periferie"; attività preliminare ad elaborare una progettazione in grado di "migliorare la vivibilità dei quartieri", che avrebbe dovuto declinarsi in forme di intervento e di riqualificazione.

Inoltre, sempre seguendo l'agenda Romagno, si sarebbe dovuto puntare sulle "agevolazioni tributarie" per tutte le attività che decidevano di insediarsi nel Centro Storico, impegnandosi anche alla "defiscalizzazione TARES ed IMU - per un periodo congruo e sufficiente - in favore dei proprietari di immobili". Parimenti, l'attività urbanistica si riprometteva di concentrasi sul "risanamento degli edifici, secondo apposito regolamento tecnico sul decoro e l'omogeneità del Centro Storico".

Altri impegni stretti con la città raccontano dell'ampliamento, della sistemazione e della basolatura dei marciapiedi, nonché di seri interventi sull'illuminazione del Centro Storico". Senza contare che si doveva procedere alla stesura di un "protocollo d'intesa per una migliore fruibilità della Torre Normanna".

Insomma quello che si ricava scorrendo le pagine del programma Romagno è una decisa strategia integrata, che avrebbe dovuto rivalutare l'intero tessuto urbano della città vecchia. Il condizionale finora utilizzato è quantomai d'obbligo giacché, come stigmatizzano Berardi e Valenzano , "ad oggi nulla è stato fatto e il Centro Storico versa in un evidente stato di abbandono".

E per non restare nel vago, i consiglieri d'opposizione elencano punto per punto tutte le criticità che hanno potuto riscontrare: i rifiuti "stazionano su tutte le piazze, strade e vicoli"; la "mancanza di vigilanza" lascia campo libero ad atti vandalici; "i palazzi e le case abbandonate diventano ricettacolo di immondizia". Se non bastasse si sommano i problemi legati ai parcheggi e alla viabilità. "I parcheggi - annotano nell'interpellanza Berardi e Valenzano - non sono regolamentati e portano ad un inevitabile intasamento urbano da parte delle auto, provocando disagi per i residenti e non". Quanto alla viabilità, "già da tempo compromessa per mancanza di regolamentazione e di segnaletica fatiscente e assente, oggi è ulteriormente danneggiata dalla chiusura al traffico di Porta Bari per il lavori di sistemazione del corso". Un blocco che doveva concludersi entro il 21 novembre 2015 ma che - di proroga in proroga - prosegue ancora oggi.

Un quadro decisamente desolante quello tracciato da Berardi e Valenzano che merita una risposta dal primo cittadino in merito alle iniziative - questa volta magari scandite da un preciso cronoprogramma - per arginare l'attuale situazione di degrado.

FABIO D'APRILE

Commenti  

 
#2 pass a pass 2016-03-18 15:42
e meno male che sono terminati!!!!!....3 anni di caos,traffico e malesangue.....ma si puo'???????????....la stesso tempo che ci e' voluto x costruire il baricentro!!!!
 
 
#1 Pierino 2016-03-16 23:16
Il corso è stato riaperto, i lavori sono terminati
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI