Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

Oronzo Valentini allarmato sul Centro Polifunzionale. Lettera del Consigliere Comunale

Rutigliano- Rutigliano Protagonista

 

Giunge in Redazione una mail a firma del Consigliere Comunale di Rutigliano Protagonista, Oronzo Valentini, il quale attira la nostra attenzione e quella dei nostri lettori, riguardo la possibile, quanto mai probabile, nascita del famigerato centro Polifunzionale. Il centro era stato previsto per l’area su cui oggi sorge il Parco Urbano in via Dante-via Conversano. Il Consigliere Comunale ci aggiorna sulla vicenda nella mail inviata il 31 agosto, che riportiamo in seguito:

“Egregio Direttore,

soltanto ora scopro, con grande stupore ed estremo disappunto, l’ennesima brusca virata

dell’amministrazione Romagno con riferimento alla realizzazione del centro polifunzionale

turistico-culturale finanziato con fondi del Patto Polis.

Da oltre due anni il Sindaco e la sua amministrazione hanno a disposizione 725.000,00 € e

devono individuare una localizzazione adeguata ad ospitare l’opera pubblica, per poi progettarla e

costruirla. Fin dal 2014, nonostante la nostra ferma opposizione, il Sindaco aveva individuato

questo sito all’interno del neonato parco di via A. Moro, sostenendo, come al solito, che la

scellerata cementificazione dell’area verde, fosse necessaria perché non aveva il tempo di

individuarne altre idonee.

Nel corso dei mesi successivi, anche per le pressioni venute da ambienti vicini alla

maggioranza, il Sindaco si convince sull’opportunità di delocalizzare ed individuare un’altra area da

destinare allo scopo, dichiarando a verbale, durante una seduta della 2^ commissione consiliare

“che si sta pensando di traslare il centro polifunzionale previsto nell’area del Parco di via

Conversano in un’altra area pubblica di proprietà dell’Ente”.

Lunedi 29 agosto 2016, con delibera n. 159 pubblicata il 31 agosto 2016 (cioè oggi), la

Giunta approva il progetto esecutivo del centro polifunzionale e domani, 1° settembre, nella sala

consiliare si terrà un sorteggio pubblico per selezionare le ditte che potranno concorrere alla

costruzione dello stesso.

Ancora una volta il Consiglio Comunale e l’intera cittadinanza vengono raggirati ed

ingannati su scelte strategiche che riguardano il nostro territorio. Un giardino inaugurato soltanto un

anno fa, sul quale si è speso un ingente somma di danaro pubblico (oltre 1 milione di euro), che sarà

coperto per un terzo dal cemento di un palazzetto, senza prevedere neanche un piano di parcheggi,

di servizi e di gestione per l’utilizzo dell’impianto. Al danno si aggiunge la beffa se solo si pensa

che abbiamo aree standard inutilizzate nel centro del paese e nell’immediata periferia, sulle quali in

questi anni avremmo potuto intavolare una concreta e positiva discussione con associazioni, tecnici

e cittadini.

Non resteremo inermi rispetto a questo ulteriore schiaffo inferto ai Rutiglianesi!”.

Commenti  

 
#2 #concreto 2016-09-07 13:00
...Be insomma non si puo non rammentare quante di queste situazioni si sono create in passato in diverse amministrazioni.....certo un danno erariale esiste(diciamo pure una violazione di interessi pubblici da verificare)ma sul fatto che è una pura lesione all'interesse generale dei cittadini nonchè un grosso danno all'immagine della pubblica amministrazione che dovrebbe tutelare gli interessi stessi.
 
 
#1 Antonio Fortunato 2016-09-02 11:43
Questa volta mi tocca .. dar ragione a Oronzo Valentini. Dopo aver speso diverse centinaia di migliaia di euro per il cosidetto parco urbano, ci rimettiamo le mani per smantellarlo. Anche con una operazione "pulita", avremo, nel parco, macchine movimento terra, enormi quantità di terreno da spostare, nuove canaline per luce, acqua e forse gas con cumuli di terreno in ogni dove, camion per il trasporto dell'inerte, spazi probabilmente "mangiati"da destinare a parcheggi, ecc. Mi pongo una domanda, dopo aver speso mi pare, oltre 700.000 euro per la creazione del cosidetto parco, la circostanza che esso venga "smantellato" per costruire il palacultura potrebbe far ravvisare l'ipotesi di danno erariale?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI