I CINQUANTA PASSI

Mercoledi 29 luglio ore 04:45

il mio sonno viene interotto
da un odore a dir poco sgradevole ,che, con il passare dei minuti,tende ad
aumentare fino a giungere a tal punto che anche le mie papille gustative
sembrano essere stimolate.Destatomi un po ,resomi conto che purtoppo quello
che
stavo vivendo non era un brutto sogno ,ma la spaventosa realta,corro sul
balcne
e noto che a meno di 50 passi da casa mia ,all'interno di un "tendone" il
contadino di turno in sella al suo fido trattore ,stava irrorando veleno a
tutta forza.Ad ogni minima alitata di vento tale veleno non esitava ad
entrare
nelle stanze in cui io e la mia famiglia stavamo dormendo,attraverso le
finestre tenute necessariamente semi aperte a causa delle calde giornate che
stiamo vivendo.Non potete immaginare qunato è stato brutto vivere tale
situazione e sentirsi impotente.Sono tanti e interminabili minuti in cui
sentimenti di rabbia e paura si alternano.
Ora mi chiedo quanto sia giusto che
questi signori si servano cosi liberamente di questi prodotti?Quanto sia
giusto
che ci sia un tendone a soli 50 passi da casa mia e ancor meno da altre
abitazioni?

Girando per Rutigliano noto che si sta badando alla costruzzione di
parchi,al rifacimento di alcune zone verdi.Tutto bello ,ma mi chiedo a cosa
potranno servire se un giorno io o il mal capitato di turno non ne potranno
usufruire a causa di mali incurabili?