AMPLIAMENTO STRADA RUTIGLIANO - ADEFLIA

Carissima redazione,
vorrei che voi deste risalto alla questione attinente l'ampliamento della
strada Rutigliano-Adelfia che interessa il territorio di Noicattaro
all'incrocio Noicattaro-Casamassima. Per chiarire è l'incrocio che conduce da
Noicattaro all'Auchan Casamassima e, da Rutigliano ad Adelfia passando dinanzi
alla Divella.

Detto ampliamento è il frutto di un non adeguato progetto provinciale, a mio
avviso. Infatti nel progetto mancano gli scarichi di drenaggio dell'acqua
piovana, che in quella zona crea veri e propri ruscelli, generando perciò il
ristagno della stessa nei terreni; sono stati omessi gli ingressi poderali per
consentire la coltivazione dei terreni, sarà necessario fare, se possibile,
giri inimmaginabili per giungere ai residuali terreni; verranno abbattuti
alberi di ulivo secolari (si noti che se il proprietario del terreno taglia un
albero senza avvisare la forestale è sottoposto a multe e sanzioni, e la
provincia ne è esentata?); inoltre ci sarà la costruzione di tre rondo' sulla
strada Noicattaro-Adelfia a distanza molto ravvicinata e  soprattutto non verrà
ampliata la strada esistente che diverrà un vero e proprio relitto stradale, ma
si impieghera il terreno attiguo per una costruzione ex novo dell'incrocio e
dei successivi rondò.

A ciò si aggiunge che i proprietari terrieri che si vedranno espropriare le
proprie terre, non hanno ricevuto alcun avviso inerente al progetto imminente,
creando non pochi problemi si pensi ad eventuali investimenti operati sul
terreno, ormai inutili o al minor reddito che nuclei famigliari avranno. A
tutto questo si aggiungono tante altre problematiche qui non menzionate, come
il terminare il progetto con veri colli di imbuto stradale che faranno poi
sorgere nuove problematiche di viabilità stradale.

Ovviamente il progresso e l'ammodernamento delle infrastrutture non può
essere fermato e neanche rimandato, ma il tutto è necessario che si compi con
oculatezza e giudizio. é tanto facile fare un progetto sulla carta non
considerando le altre variabili presenti che creano lo sviluppo di nuove
tematiche forse non considerate