Venerdì 21 Febbraio 2020
   
Text Size

Olympia Rutigliano sconfitta tra le mura amiche

Rutigliano-Olympia Rutigliano sconfitta tra le mura amiche-Foto pagina Polisportiva Olympia Club

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa
Il Murgia Basket Santeramo espugna la Tensostruttura di Rutigliano 93 a 54

Seconda sconfitta consecutiva in Serie D per l’Olympia Rutigliano che, nell’esordio casalingo, alza bandiera bianca al cospetto del Murgia Basket Santeramo, team che può vantare nel suo roster la presenza di due giocatori statunitensi.

Nonostante le aspettative della vigilia, l’Olympia parte bene e risponde colpo su colpo agli ospiti . I murgiani provano allunghi con Lopane e Mayes, ma i padroni di casa si tengono a galla con una tripla di Marti. Sono due tiri liberi di Girardi a permettere al Santeramo di chiudere il primo quarto sul 19-21.

Nel secondo parziale, la squadra di coach Massimo Dell’Edera si fa viva soprattutto in contropiede sfruttando la velocità di Lonigro e Dell’Edera. Santeramo non ci sta e risponde con gli interessi. La tripla finale di Maiullari, infatti, sancisce il +12 (35-47) con cui le squadre vanno all’intervallo lungo.

Nella seconda parte di gara, il Murgia Basket alza i ritmi soprattutto in difesa limitando i rutiglianesi a 19 punti nei rimanenti due quarti. In attacco, come se non bastasse, gli ospiti divengono ancor più letali e le assistenze di S. Stano affossano i ragazzi dell’Olympia. Il duo americano Neal-Mayes (35 punti in due a fine partita ) diviene ancor più devastante e il parziale a fine 3 quarto lievita sino al +22 (42-64).

A questo punto l’ultima frazione del match diviene pura formalità. Coach Console lascia in panca i suoi due ragazzi statunitensi ma la squadra continua a macinare gioco arrivando al +52 ( massimo vantaggio).  Il risultato finale, però, è leggermente ammorbidito: 54-93.

Tra i rutiglianesi, toccano la doppia cifra capitan Roca (10), Lonigro (12) e Marti (10). E’ da un primo quarto giocato ad armi pari che l’Olympia deve ripartire per il prosieguo della stagione. Il gruppo, ad eccezione di Roca, è giovanissimo e necessita di un po’ di tempo per l’assemblaggio e il raggiungimento di un equilibrio all’interno del roster. Nel prossimo turno, i ragazzi di coach Dell’Edera sono attesi dalla trasferta proibitiva di Ceglie Messapica contro i locali della Nuova Pallacanestro Ceglie, campione uscente e a punteggio pieno dopo i primi 80 minuti stagionali.

MICHELE RUBINO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI