Mercoledì 15 Luglio 2020
   
Text Size

Riccardo Maniero: “Cagliari un gradino sopra , noi ce la giochiamo con tutte le altre”

Rutigliano-Riccardo Maniero “Cagliari un gradino sopra , noi ce la giochiamo con tutte le altre”-In foto Riccardo Maniero


Il centravanti dell’Fc Bari 1908, ospite del My Dill’s di Rutigliano, si racconta tra passato, presente e futuro.

 

Quelli messi a segno sul “gong” della finestra del mercato estivo, sono i colpi a sorpresa sul quale si concentrano, sin da subito, gli occhi supervisori del nuovo ambiente sportivo. Se sei un attaccante e se questo ambiente è quello “caldo” di Bari, capisci che il calore e l’entusiasmo della Nord puoi conquistarlo solo a suon di goal. E’ il 31 Agosto e, dopo una lunga trattativa, i tifosi biancorossi possono finalmente, a maggior ragione se si considera le scarsa vena realizzativa del reparto offensivo l’anno prima, accogliere il loro “bomber”: Riccardo Maniero. Per il centravanti partenopeo, in realtà, si tratta di un ritorno nella città pugliese, avendo già fatto parte del Bari targato Antonio Conte nella stagione 2008-2009. “Sono contentissimo di essere tornato in una piazza meravigliosa che non ho potuto vivere a pieno sette anni fa. Ora mi rifarò” furono le prime dichiarazioni di Maniero. Incubo per le difese avversarie e , al contempo, lusso per la serie cadetta che lo ha visto segnare prima a Pescara, soprattutto nel biennio 2013-2015 con 25 goal in 51 presenze, e l’anno scorso a Catania, 6 centri in 20 partite per una salvezza conquistata per  il rotto della cuffia. Ora, alla corte di Mister Davide Nicola, si sta pian piano riprendendo quell’ambiente conosciuto a malapena anni fa. La prima consacrazione già all’esordio in maglia biancorossa il 6 settembre, in occasione di Bari-Spezia. I liguri sono in vantaggio per 3 a 2 e i padroni di casa in 10, epilogo – si può dire - quasi scritto. Nessuno ha fatto però i conti con Riccardo Maniero – o Pippo, come viene chiamato dagli amici per via di Filippo Maniero- che, nel giro di quindici minuti, ribalta la situazione in favore dei suoi. Il 4-3 con lo Spezia gli regala i primi elogi soprattutto per il suo “esser decisivo”; aspetto che ritorna prorompente nel match di cartello della 14a giornata quando il Bari, grazie ad una rete di Maniero all’88, supera il Livorno al San Nicola per 1-0. Insomma, a girone d’andata quasi ultimato, si può dire che il n19 biancorosso sia tra i grandi protagonisti del “Bari 2.0 di Nicola” ed ha tutte le carte in regola per recitare questo ruolo anche in un discorso a lungo termine. “Il Cagliari è un gradino su tutti, mentre noi ce la giochiamo con tutte le altre” ha affermato Maniero che abbiamo avuto il piacere e l’onore di incontrare ed intervistare Lunedì 21 Dicembre presso il My Dill’s di Rutigliano, promotore dell’iniziativa “Un selfie con Maniero”, occasione utile per tutti gli appassionati desiderosi di scattare una foto con il loro beniamino.

 

Qualche settimana fa hai dichiarato “Mi basterebbe arrivare a giocare al San Paolo con il mio Bari: io e De Luca contro Higuain e mio fratello Insigne”. Sono più parole d’amore al Bari o d’astio al Napoli , considerati i provini fatti  - senza risvolti positivi - per entrare nel settore giovanile partenopeo?

Assolutamente no. Le mie parole volevano essere una sincera dichiarazione d’amore nei confronti del Bari.

..quindi si può dire che – in un discorso proiettato al futuro, chiaramente- sogneresti più di giocare con la maglia azzurra o, magari, con quella bianconera della Juventus considerando che sei “cresciuto” lì?

Essendo napoletano doc, non posso che sognar di più di indossare la maglia azzurra un giorno. Sarebbe una grande emozione giocare al San Paolo di per sé, anche da avversario come dicevo prima.

Tornando sul Bari, sappiamo che eri nell’organico biancorosso della stagione 2008-2009 targato Antonio Conte, per così dire. Che ambiente hai ritrovato dopo sette anni circa?

Ammetto di aver trovato un ambiente totalmente cambiato, ad eccezione dell’addetto stampa Fabio Foglianese che, dopo anni, ho ritrovato con molta felicità.

Sempre in un riferimento al passato, sappiamo che – ai tempi del Pescara di Verratti, Insigne ed Immobile- hai avuto modo di conoscer da vicino il 4-3-3 di Zdenek Zeman. Cosa manca, invece, al 4-3-3 di Davide Nicola per essere così letale?

Be, ai tempi di Zeman, c’erano giocatori con caratteristiche diverse. Quindi, mettendoli a confronto, credo che un discorso di differenze tra i due 4-3-3 si possa fare qualora si consideri il fatto che parliamo di interpreti diversi per questo modulo.

Focalizzandoci sul presente. Con la partita del Sant’Elia di ieri  avete avuto modo di affrontare il Cagliari , completando quindi le sfide con le compagini che vi precedono. Secondo te, quale può essere la reale concorrente per la promozione? Il Cagliari, che ha il blasone della squadra di Serie A, oppure le sorprese Crotone e Novara?

Il Cagliari è fortissimo sicuramente arriverà primo, è un gradino sopra le altre. Noi , invece, ce la giochiamo con tutte le altre.

..a questo però, può aggiungersi il dato che – nel girone di ritorno- affronterete Cagliari e Crotone..

Si, abbiamo entrambe le sfide al San Nicola. Sono quelle partite da “vietato sbagliare”, utili anche a proseguire il campionato nel migliore dei modi.

Ultimissima legata ad una curiosità. Come mai gli amici ti riservano “Pippo” come appellativo? 

Questo nomignolo è legato all’ex giocatore del Venezia Filippo Maniero..

..ti ispiri a lui oppure è una semplice coincidenza di cognomi?

No no, non mi ispiro a lui (Ride)

..si può dire che sei Riccardo Maniero e basta, quindi?

Si certo, Riccardo Maniero e basta (Ride)


Ringraziamo per la totale disponibilità Riccardo Maniero e,inoltre, il My Dill’s di Rutigliano – nella persona di Pino Moretti- per l’opportunità concessaci.

 

MICHELE RUBINO

Rutigliano-Riccardo Maniero “Cagliari un gradino sopra , noi ce la giochiamo con tutte le altre”-Maniero firma autografi - foto Gianluca Giugno Rutigliano-Riccardo Maniero “Cagliari un gradino sopra , noi ce la giochiamo con tutte le altre”-foto Gianluca Giugno Rutigliano-Riccardo Maniero “Cagliari un gradino sopra , noi ce la giochiamo con tutte le altre”-Maniero accompagnato da Pino Moretti - foto Gianluca Giugno

Rutigliano-Maniero con i ragazzi delle scuole calcio rutiglianesi - foto Gianluca Giugno (1)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI