Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Entusiasmo e calore all’Itet Montale per la Bari

Rutigliano La Bari all'ITET 3


Gli studenti delle scuole rutiglianesi e dell’Itc Sandro Pertini di Turi in visibilio per Rada, Puscas e Boateng.

Entusiasmo e calore all’Itet Montale di Rutigliano dove, nella mattinata di mercoledì 20 gennaio, gli alunni dell’appena citato istituto assieme ai colleghi del Pertini di Turi, della scuola media “A.Manzoni e delle scuole elementari, hanno potuto incontrare i loro beniamini biancorossi. I presenti hanno potuto accogliere Rada, Puscas, Boateng, il vice presidente Romeo Paparesta e la prof. Daniela Paparesta cantando tutti assieme l’inno della Bari, accompagnato da una coreografia con cartoncini bianchi e rossi. Tra i cori più gettonati sicuramente “Riprendiamo questa serie A”, a testimonianza di un’esagerata voglia dei tifosi di tornare sul massimo palcoscenico calcistico nazionale.

Rutigliano La Bari all'ITET

È stato il preside Roncone a dare il benvenuto alla delegazione biancorossa giunta qui a Rutigliano. Accanto ai consueti ringraziamenti, il preside del Montale ha avuto modo di annunciare quella che – volendo usare le sue parole – rappresenta una “scommessa” per il prossimo anno. “Abbiamo deciso di riservare maggiore spazio allo sport, così da avviare i nostri alunni in una vera e propria scuola calcio”. Rutigliano La Bari all'ITET 1

Al “Forza Bari” pronunciato da Roncone, ha fatto seguito l’intervento del vice-presidente della Bari, nonché ex arbitro, Romeo Paparesta. “Ringrazio tutti voi per l’accoglienza” ha affermato Paparesta che, successivamente, ha avuto modo di spiegare ai ragazzi presenti le finalità del progetto che, in un lasso di tempo pari ad un anno, ha portato i “galletti” in più scuole. “Il primo obiettivo è quello di trasmettere l’insieme dei valori che si conseguono anche praticando sport, che connubia il divertimento con altri aspetti come, ad esempio, il rispetto per gli avversari [..] Il secondo è rappresentato dall’auspicio di creare, per cosi dire, i tifosi del domani perché abbiamo bisogno di avvicinare tutti i ragazzi ai colori della nostra città”.

Gli alunni presenti nell’Auditorium dell’Istituto Tecninco - non lo si può negare - hanno dimostrato di essere sulla strada giusta, ricreando un clima da stadio soprattutto quando sono intervenuti i tre calciatori. Cori e applausi hanno accolto le parole del difensore col vizio del goal Rada, della freccia Boateng e del centravanti Puscas. Un fattore comune nelle parole di questi ultimi è stato il desiderio di ritrovarsi, in tanti, al San Nicola , magari a partire dal prossimo impegno casalingo contro il Vicenza.

Le domande “a tutto campo” degli alunni hanno dato il là ad una conoscenza più approfondita dei tre giocatori biancorossi. “Il mio piatto pugliese preferito è la pasta con le cime di rapa” ha dichiarato George Puscas, mentre il connazionale Rada preferisce “Riso, patate e cozze”. Con il dialetto, invece, si è cimentato Kingsley Boateng che - a sua detta - ha velocemente imparato espressioni tipiche, quali “Cia Fa?! Cia Ditt?!”. Dopo il breve momento goliardico, la vice-preside del Montale prof. Donatella Pirulli ha consegnato a Romeo Paparesta un fischietto in terracotta a forma di “gallo”, come simbolo di Rutigliano. A conclusione dell’evento, c’è stata l’habitue dei selfie, condita anche dalla firma degli autografi.

MICHELE RUBINO

Rutigliano La Bari all'ITET 2

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI