Mercoledì 15 Agosto 2018
   
Text Size

Numeri da capogiro per “Sant’Antonio, Fischia e Pedala”

.


Sono stati 231 i corridori appartenenti ad associazioni sportive di Bari e Provincia per lo splendido evento organizzato dall’ASD Energy MTB

È sicuramente più che positivo il bilancio di “Sant’Antonio, Fischia e Pedala”, evento organizzato dall’ASD Energy MTB Noicàttaro-Rutigliano a conclusione della “quindici giorni” piena di appuntamenti in occasione della tradizionale festività di Sant’Antonio Abate. A onor del vero, la data prestabilita era proprio il 17 Gennaio ma, causa maltempo, gli organizzatori sono stati costretti a rimandare tutto a domenica 31 Gennaio. Scelta quanto mai azzeccata. Una splendida mattinata soleggiata, infatti, ha accompagnato ben 231 corridori giunti a Rutigliano per cimentarsi in un percorso medio/impegnativo di circa 35 km. A far da cornice al 2o raduno Mountain Bike il territorio campestre rutiglianese, con i fiori all’occhiello Lama San Giorgio e Vallone Guidotti su tutti.

“Parte del percorso ha attraversato Lama San Giorgio, una terra a cui noi ci teniamo tantissimo e che stiamo difendendo in consiglio comunale” - ha dichiarato l’assessore Gianvito Altieri all’arrivo. Proprio quest’ultimo ha accolto al traguardo le nove associazioni partecipanti - nello specifico provenienti da Giovinazzo, Monopoli, Molfetta, Bari, Spinazzola, Putignano, Casamassima, Turi e Ruvo di Puglia - complimentandosi con i presenti: “La riuscita dell’evento è anche frutto delle vostre tante adesioni”.

Nell’attesa che tutti tornassero in paese, l’assessore Altieri ha avuto anche modo di prendere atto delle impressioni a caldo dei presidenti delle associazioni. Il presidente dell’MTB Club Bari, ad esempio, ha sottolineato la difficoltà a muoversi in città con una mountain-bike ma, al contempo, ha ammesso: “Abbiamo la fortuna di trovare percorsi sterrati già dopo 6-7 km [..] L’organizzazione di quest’evento è stata fantastica”. Un concetto ribadito, di li a poco, anche da Michele D’Amelio, presidente dell’ASD Team Bike Spinazzola: “Quello rutiglianese è un territorio diverso dal nostro ma davvero bello”. Proprio sul territorio si è incentrato uno scambio di battute tra Altieri e un rappresentante dell’ASD Maximabike MTB di Casamassima: “Casamassima sta combattendo assieme a noi per il territorio. Sono contento che Lama San Giorgio ci unisca nella Mountain Bike”.

Dopo le parole del partecipante più piccolo, 12 anni per l’esattezza, c’è stata la consegna delle targhette per mano di un membro del direttivo dell’Energy MTB, a cui - in ultima sintesi - sono andati i ringraziamenti dell’Assessore allo Sport per l’impegno profuso.

MICHELE RUBINO

.

.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI