Giovedì 19 Settembre 2019
   
Text Size

In memoria delle vittime dell'Heysel, Raphael De Santis a Rutigliano

Vittime Heysel-Cippo Rutigliano


Il Presidente dell’Associazione Vittime Francesi dell’Heysel omaggerà la stele eretta in via Vittime dello Stadio Heysel, prima strada intitolata in Italia alle vittime del 29 Maggio 1985

 

Il presidente della Associazione delle vittime Francesi dell’Heysel, Raphael De Santis, sarà a Rutigliano (Ba), oggi, domenica 6 Marzo. Sarà ospitato dalle ore 15,00 nel locale Juventus Club «Boniperti» in Via Marche n. 27.

Vittime Heysel-Strada Rutigliano

Alle ore 17, con i soci del club, simpatizzanti e giornalisti, renderà omaggio al cippo commemorativo eretto dal Comune di Rutigliano il 29 Maggio 2005, nella strada che lo stesso Comune, su iniziativa dello Juventus Club «Boniperti», ha voluto intitolare già all’indomani della tragedia di Bruxelles alle vittime dell’Heysel, prima strada in Italia ad essere dedicata alla memoria di quella strage: Via Vittime dello Stadio Heysel.

Qui si svolge, ad ogni anniversario, una commemorazione ufficiale, a cura dello Juventus Club «Boniperti», per rimarcare l’impegno a non dimenticare quanto accaduto in quella folle notte di 31 anni fa e come monito da trasmettere alle nuove generazioni perché non accada mai più.

heysel-una-tragedia-annunciata

Il 29 Maggio 1985, prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni di calcio tra Juventus e Liverpool allo stadio Heysel di Bruxelles, i tifosi inglesi, molti dei quali ubriachi, cercarono il contatto con quelli juventini. La struttura era fatiscente, priva di adeguate uscite di sicurezza e di corridoi di soccorso. I tifosi bianconeri arretrarono ammassandosi contro il muro opposto alla curva dei tifosi del Liverpool. Nella grande ressa che venne a crearsi, alcuni si lanciarono nel vuoto per evitare di rimanere schiacciati. Il muro crollò per il troppo peso, moltissime persone vennero travolte, schiacciate e calpestate nella corsa verso una via d’uscita.
Il bilancio fu tragico: 39 morti (di cui 32 italiani) e 600 feriti. Tra questi, anche Raphael De Santis che venne soccorso anche da alcuni tifosi dello Juventus Club «Boniperti» di Rutigliano, superstiti anche loro di questa tragedia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI