Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

Colpo della Rinascita Rutiglianese a Modugno (0-2)

Rinascita Rutiglianese


Oggi grande festa al Comunale per l’ultima di campionato


Un successo costruito con il passare dei minuti e difeso sino al fischio finale. Può essere riassunto così l’autentico “blitz” firmato dalla Rinascita Rutiglianese a Modugno nel penultimo turno di campionato. Ben poche ambizioni di classifica alimentavano la vigilia rutiglianese: a salvezza raggiunta, infatti, gli uomini di Mister Di Venere - squalificato per l’occasione - erano chiamati ad onorare al meglio l’ultima trasferta della stagione. Un discorso ben diverso va fatto per l’Usd Modugno (ex Nuova Molfetta), chiamato a far punti “pesanti” in ottica playoff.

Nonostante le aspettative, la compagine del pres. Saffi si è mostrata “padrona” del campo sin dalle prime battute, passando in vantaggio con Sciangalepore al 13’. I locali hanno accennato una timida reazione, onde poi vedere le proprie speranze frantumate a causa della punizione vincente calciata dal piede educato di Catalano all’85. Il successo di cinque giorni fa pone le più rosee basi per la “festa” fissata per Domenica 17 Aprile, ore 16.00. Al “Comunale” di Via Gorizia, infatti, arriva il San Marco in Lamis. Un’occasione per applaudire la società e i giocatori dopo uno splendido percorso, che ha visto - in questi ultimi mesi - un’autentica “rinascita” di un gruppo giovane e, al contempo, umile.

 

La gara: Lattaruli chiude la saracinesca. Grifoni impeccabili

La Rutiglianese si presenta sul sintetico del Comunale di Modugno in assetto offensivo: un 4-2-3-1 spregiudicato con Pellegrino e Catalano in mediana, Miccoli, Colella e Pinto a ridosso dell’unica punta Sciangalepore. Superata la consueta fase di studio, è proprio quest’ultimo (13’) a portare in vantaggio i granata con un’azione personale. Timida la reazione dei padroni di casa che si limitano ad un tentativo di Foggetti, la cui volèè finisce alto sulla traverse. In chiusura di tempo, però, brivido in area granata per un flipper impazzito sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Una prima frazione di gara, segnata dal forte vento, si conclude sullo 0-1.

La ripresa vede i rutiglianesi partire col piede sull’acceleratore. Ben quattro, nei primi quindici minuti, sono le occasioni nitide per il raddoppio. Sciupone si rivela soprattutto Miccoli, reo di gettare alle ortiche due “tu per tu” con l’estremo difensore di casa Colagrande. Al 76’ l’autore del goal, Sciangalepore, viene rimpiazzato dal baby Giuseppe Franco. Intanto al 79’ vero e proprio momento cruciale nelle redini del match: Lattaruli si traveste da “super-man” e compie due interventi prodigiosi , di cui uno a distanza ravvicinata. Difeso il vantaggio, è Catalano all’85 - con una punizione magistrale - a sigillare i tre punti per la Rutiglianese. A fine partita meritati applausi da parte dei sempre presenti ultras Nuova Guardia Rutigliano.

 

Prossimo avversario: ASD San Marco in Lamis

Per migliore differenza reti, il San Marco precede in classifica la compagine granata, con cui condivide attualmente il settimo posto a quota 42 punti. In questa stagione la compagine foggiana ha manifestato in tutto e per tutto i suoi limiti negli impegni in trasferta. Soli 8 sono - in tal senso - i punti conquistati lontano dal “Tonino Parisi”, con uno score complessivo di 1 vittoria, 5 pareggi e ben 8 sconfitte. Un dato che sicuramente incoraggia le ambizioni della Rutiglianese, distante soli due punti dall’ultimo posto valido per i Playoff. Pericolo numero uno per la retroguardia granata sarà Michele Coco - man of the match nell’1-0 dell’andata - autore di ben 12 centri in stagione.

MICHELE RUBINO
Foto di Simona Petrafesa


Rinascita Rutiglianese

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI