Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

Virtus, trionfo nella seminfinale Playoff

Virus Play off


Gli uomini di mister Chiaffarato si contenderanno la Serie A2
contro i laziali dell'Ardenza Ciampino


L’ennesima prova sontuosa dell’annata regala - seppur senza particolari patemi visto e considerato il largo 2-8 di sette giorni fa in Sicilia - la finale Play-off per la Serie A2 alla Virtus Rutigliano. Non si può dir però che il Real Cefalù, coriaceo e mai domo in campo, non abbia “battagliato” anche nel ritorno sul parquet del Pala “Pertini” di Noicàttaro.

IMG_3675

La Virtus, dal canto suo, ha cercato sin da subito di sbrigare la pratica rendendosi protagonista di un avvio da urlo. “Pronti-via” e Paolo Rotondo mette subito le cose in chiaro: il capitano virtussino, prima, si mostra lesto ad intercettare palla durante il possesso ospite e superare l’estremo difensore siciliano, poi ad infilare il bis da posizione angolata. Il Cefalù accorcia le distanze (2-1) ma , dalla splendida cavalcata di Bonde in banda sinistra, nasce il tap-in di Andrea Rotondo che riporta i suoi a distanza di sicurezza (3-1). I siciliani appaiono “storditi” e i padroni di casa ne approfittano nuovamente con Vittorio e Ferdinelli, abile a portare a compimento una rapida ripartenza. Nonostante la “manita”, la Virtus non è ancora sazia e si porta, addirittura, sul 6-1 con il terzo centro del pomeriggio di P. Rotondo. Prima frazione che vede il suo epilogo quando il tabellone segna 6-2 per gli uomini di Chiaffarato.

La ripresa - complice anche l’utilizzo del quinto di movimento e allegato possesso palla ospite - si rivela leggermente inferiore sul piano delle emozioni rispetto ai primi venti minuti. Da un contropiede orchestrato da P. Rotondo arriva la “puntata” vincente di Campagna per il 7-2. Come menzionato poc’anzi, il Cefalù opta a questo punto per Vilmar Pereira quinto di movimento. Grazie a questa scelta, i siciliani riescono a “smaltire” - seppur in lieve entità - il gap dagli avversari. C’è ancora tempo però per l’ultimo sigillo del match targato Virtus: approfittando della porta sguarnita, infatti, A. Rotondo sigla la sua doppietta personale con una conclusione chirurgica dalla propria metà campo. Dopo il fischio finale (8-5), il pubblico di casa riserva applausi per ambedue le contendenti.

Superata quest’altra prova della post-season, la Virtus - nelle prossime due settimane - si contenderà la Serie A2 con l’Ardenza Ciampino, ultimo ostacolo prima del traguardo nonché sogno promozione. I laziali sono usciti vincitori dalla doppia sfida con il B&A Orte, trionfando 2-3 in Umbria e riacciuffando, in casa, più e più volte le redini della qualificazioni sino al 6-6 finale dopo due tempi supplementari. Andata il 14 Maggio a Ciampino, ritorno il 21 Maggio a Noicàttaro.

MICHELE RUBINO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI