Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Calcio a 5 : Giuseppe Didonna è il nuovo allenatore della Virtus Under 21.

Mister Didonna - timeout durante Azetium-F.Bisceglie Under 18

“Felicissimo e desideroso di cominciare”. Queste sono state le prime parole di Giuseppe Didonna , fresco di incarico sulla panchina della compagine Under 21 della Virtus Rutigliano. “Non ho avuto nessun esitazione, impossibile rifiutare un’offerta simile” ha ribadito mister Didonna, intercettato dai nostri microfoni. Per l’ex allenatore dell’Azetium Rutigliano Juniores, quindi, si prospetta una nuova avventura in quello che – per farla breve – potremmo ribattezzare come “massimo campionato giovanile” nel panorama del futsal.

Come poc’anzi ricordato, Giuseppe Didonna è reduce dall’esperienza con la selezione “under 18” della società del pres. Michele Lasorsa. Il terzo posto ottenuto a fine campionato può esser considerato più che soddisfacente, laddove si tenga conto della giovane età del roster e dell’imbattibilità stagionale tra le mura amiche. Scovando nella giovane carriera del tecnico rutiglianese, non vanno dimenticate le tre stagioni alla guida delle Giovani Aquile (Juniores), culminate – nell’annata sportiva 2014/2015 – con la finale spareggio , per il campionato chiaramente, persa contro il Santos Club Bisceglie.

“Un campionato Under 21 nasconde molte più difficoltà e insidie della categoria Juniores”- ha precisato il nuovo coach virtussino. Quest’ultimo, consapevole del lustro del panorama calcettistico nazionale, si è poi lasciato andare in riflessioni sull’allestimento del roster e sui ringraziamenti di rito. Ecco il piacevole scambio di battute maturato con Giuseppe Didonna, cui va la nostra gratitudine per la disponibilità mostrata e gli auguri per un futuro sportivo ricco di successi.

Sensazioni a caldo per l’incarico ricevuto da poche ore a questa parte, concentrandoci anche l’evolversi delle trattative. E’ stato una decisione immediata o ha dovuto pensarci un po’?
Sono felicissimo e, nello stesso tempo, desideroso di cominciare. Io credo che, dinnanzi ad una proposta del genere, è davvero difficile rifiutare. Essere l’allenatore di una compagine Under 21 – in una società di Serie A2, tra l’altro – farebbe gola a qualsiasi allenatore.

.. se non altro, dopo anni di “gavetta” nel panorama giovanile con l’esperienza Juniores, ora è arrivato all’apice di questo settore. E’ un nuovo inizio o già un traguardo della sua giovane carriera?
Non mi sentirei di considerarlo un punto d’arrivo. Credo, al contempo, che qualsiasi carriera cominci dal settore giovanile e l’Under 21, all’interno di questo panorama, sia la categoria più ambita al momento. Ovviamente, il campionato Under 21 non si può paragonare ad un campionato Juniores. Sono due cose diverse. Ci vorrà impegno , gruppo e tanti altri fattori per fare bene.

Sappiamo che in questi giorni si stanno svolgendo le selezioni per l’Under 21 “che verrà” per così dire. Lei prenderà parte alle ultime due sessioni di provini. Ha già un’idea per quanto concerne l’allestimento del roster?
La società mi ha lasciato “carta bianca” per quanto riguarda questo aspetto. Vogliamo crescere come gruppo e penso che inizieremo, soprattutto, con classe (’96) e (’97). La società vuole far crescere i ragazzi. Io ci sto già pensando e , al contempo,stiamo già lavorando tutti assieme per “metter su” un collettivo in gamba. Mi ha fatto piacere apprendere che, nelle selezioni già svolte, la Virtus ha avuto un riscontro significativo e questa è una cosa più che positiva.

Le lascio carta bianca per eventuali ringraziamenti e note su aspetti non trattati.
Terrei a ringraziare in modo particolare il pres. Domenico Lamorgese per l’opportunità concessami. Rivolgo la mia gratitudine, inoltre, al Direttore Sportivo Oronzo Pavone, artefice di questa trattativa nonché mediatore tra me e la società.

MICHELE RUBINO

Mister Didonna con il Ds Oronzo Pavone

[Foto di Calcio a 5 Anteprima]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI