Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Antonio Pavone ci svela il suo progetto “Running” per Rutigliano

Foto Antonio Pavone

 

Insieme, con il solido Atletico Rutigliano, “ci alleniamo per il nostro traguardo: una squadra running per tutti e soprattutto per Rutigliano”.

La notizia è di quelle che entusiasmano gli appassionati di sport e, in questo caso, della corsa. Ora possiamo dirlo in via ufficiale: a Rutigliano fervono i preparativi per la creazione di una società sportiva nel ramo – vacante, ad oggi – dell’atletica leggera. Il tutto non poteva che nascere in senno ad un atleta rutiglianese, il 25 enne Antonio Pavone -  attualmente membro di una società di Castellana Grotte - che , dopo una conversazione tra amici, ha cominciato a nutrire questo desiderio sempre con più insistenza, la stessa che ha trasformato il suo “passatempo del weekend” in passione. “Mi sono confrontato , in gara, con molti altleti rutiglianesi, anch’essi appartenenti a società di paesi limitrofi. Di qui l’idea: unirci per creare un qualcosa”  ha dichiarato Pavone, intercettato dai nostri microfoni. E allora quale miglior aiuto- nell’ottica della buona riuscita di questa idea- se  non quello dell’Atletico Rutigliano?! “Il pres. Tommy De Caro è una persone con forte spirito di iniziativa – ha proseguito il nostro intervistato – e, già da un primo confronto, ho appreso un fattore comune ai suoi ragazzi: l’amore per lo sport”. E’ sorto , quindi, un binomio. Un legame che – è quanto auspichiamo, chiaramente – porti alla nascita di un collettivo che altro non faccia se non condividere una passione, tramite allenamenti e molto altro ancora. Questo è il messaggio che possiamo ricavare dallo scambio di battute avuto con Antonio Pavone che, ora, vi proponiamo per intero.

Allora innanzitutto presentati sotto il profilo sportivo. Nello specifico parlaci della tua passione per l'atletica ( corsa, per l'esattezza).
Se dovessi descrivermi sotto il profilo sportivo, sicuramente parlerei di calcio, pallavolo, nuoto, tutti sport che hanno caratterizzato la mia infanzia e adolescenza. Mi sono avvicinato al mondo della corsa circa 6 anni fa, quando all’allenamento in piscina univo – specialmente nel fine settimana – qualche corsetta di pochi chilometri. Negli anni, però, il “passatempo del weekend” è diventato un vero e proprio metodo di allenamento, sempre più presente nella mia quotidianità. Da due anni a questa parte,se non altro, pratico corsa e triathlon a livello agonistico.

Come anzitempo mi dicevi :" a Rutigliano manca una società ad hoc per questa disciplina". Molti coltivano questa passione ma sono costretti ad emigrare. Raccontaci questi aspetti  e, quindi, da dove è sorta l'idea di una società.
L’idea nasce dal bisogno di creare un punto d’incontro per tutti gli appassionati di corsa. Nello specifico, è un progetto nato “per strada” durante gli allenamenti con i miei cari amici Domenico Giuliano, Ivan Giummarella e Vito Murat. Per quanto concerne il fattore di “spostarsi in paesi limitrofi”, credo di essere uno dei tanti rutiglianesi che – per assenza di società legate alla FIDAL – abbia preso questa decisione. Difatti faccio parte della squadra di triathlon e atletica leggera di Castellana, un gruppo fantastico che mi ha insegnato tanto e mi ha dato la possibilità di confrontarmi con tanti altri atleti in gamba. Non ti nascondo che, tra questi, ho ritrovato molti rutiglianesi con altre società, chiaramente. Da qui parte l’idea: unirci tutti per creare qualcosa.

Motivaci la scelta di aver chiesto collaborazione, in questo progetto, all'Atletico Rutigliano di Tommy De Caro. Cosa ti ha spinto maggiormente a far ciò?
Conosco Tommy De Caro da due anni circa e ho avuto il piacere di far ciò quando , tramite un amico, mi sono rivolto a lui per delle dritte nell’ambito della bicicletta. E’ una persona con un enorme spirito di iniziativa e , già da un primo confronto, ho capito che c’è un quid che accomuna lui e i ragazzi dell’Atletico Rutigliano: l’amore per lo sport. In virtù di ciò, ho deciso di contattarlo in modo tale da avere un suo parere per la creazione di un gruppo < running > rutiglianese. Tommy ha accolto con entusiasmo questa proposta invitandomi all’apertura della sede della sua società. Ho parlato di questa idea a tutti i presenti. Il risultato è stato incredibile: già in molti hanno mostrato interesse e sposato la mia proposta. Da lì il progetto ha preso forma.

Il progetto sta già gettando le sue prime basi. Anche grazie alla presenza di giovani promettenti, come Angelo Didonna, vi state accordando per allenamenti di "comitiva", se così possiamo definirli. Siamo sulla strada giusta?
Siamo sulla strada giusta, hai ragione. Rutigliano è ricca di atleti, piccoli grandi campioni ( come Angelo ) ma anche professionisti ed amatori. Uno dei nostri obiettivo è senza dubbio quello di poter mettere in condivisione allenamenti, informazioni utili per la crescita sportiva del gruppo. In questo momento non contano i tempi, non contano i ritmi e le distanze di corsa, in questo momento penso che Rutigliano abbia bisogno solo di un collettivo, unito dalla passione per la corsa.

Ultima domanda. Le premesse di questa grande idea ci sono già , come opererete nell'immediato futuro per la nascita ufficiale della società sportiva?
Senz’ombra di dubbio, il primo obiettivo è quello di creare un gruppo solido, capace di correre ed educare ad uno stile di vita sano. Non starò qui ad elencare i numerosi benefici della corsa e dell’attività fisica. Vorrei solo esortare tutti a provare la semplicità ma al contempo bellezza di questo sport. Inoltre, grazie alla supervisione di Tommy e la solidità di un collettivo collaudato quale l’Atletico Rutigliano, ci stiamo attivando per l’organizzazione e la promozione di eventi e progetti legati al mondo della corsa e della bici. Per il resto posso solo dire che bisogna crescere, imparare l’uno dall’altro, passo dopo passo. Le mete più belle si raggiungono solo dopo costanti allenamenti e assidua preparazione. Noi ci alleniamo per la nostra meta: una squadra running per tutti e soprattutto per Rutigliano.

MICHELE RUBINO

[Tratto da La Voce del Paese ed Rutigliano del 1 luglio 2016]

Commenti  

 
#4 Donato Florio 2016-07-10 12:36
Grande Antonio.. Ti seguiranno in molti
 
 
#3 Saverio Radogna 2016-07-09 14:24
Pratico running e mi piacerebbe aderire ad un gruppo di appassionati della corsa per consigli e iniziative da condividere.Spero che la cosa diventi realtà...
 
 
#2 Idi di marzo 2016-07-09 01:00
E bravo il mio cuginetto!
 
 
#1 Poli Giuseppe Rocco 2016-07-08 14:29
Ragazzi straordinari, uniti dalla passione per lo sport. Di corsa anche alla scoperta del nostro territorio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI