Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Calcio a 5, Azetium Rutigliano: “giganti” conferme e nuovi innesti dal mercato

In foto Vincenzo Gigante, Michele Creatore e Giancarlo lOsito

 

L’Azetium Rutigliano , e soprattutto il mercato della società di calcio a 5 rutiglianese, non va mai in vacanza. Dopo i primi “si” per quanto concerne l’annata prossima ventura, negli ultimi giorni sono arrivate ulteriori novità dalla campagna acquisti e, soprattutto sul fronte riconferme. L’encomiabile operato del Direttore Sportivo Beppe Moccia ha portato ulteriori tasselli nel roster a disposizione di Mister Roberto Belviso, facendosi carico del “must” in casa azetina: la creazione di un gruppo giovane e valido.

Partiamo dalle conferme o, per meglio dire, “giganti” conferme. Il gioco di parole appena usato non è casuale: il gioiellino classe 1997 Vincenzo Gigante, infatti, vestirà ancora la maglia dell’Azetium Rutigliano.  Una conferma equiparabile ad un acquisto di spessore, considerati i tanti rumors che volevano Gigante lontano dalla società dal presidente Michele Lasorsa e, passando al lato sportivo, visto il notevole contributo offerto dal pivot rutiglianese nell’annata scorsa: 22 goal, di cui tanti decisivi e di rara bellezza. Non è tutto. L’Azetium ha letteralmente “blindato” anche il classe 1996 Michele Creatore, autore di tre reti nella passata stagione e , più in generale, di un percorso di crescita non trascurabile. Promosso in squadra grande, infine, Giancarlo Losito (’97), reduce di una stagione positiva nelle file della Juniores.

A far da spalla alle conferme appena menzionate, ci sono pesanti innesti dal mercato. Potremmo definirlo – per farla breve – il “blocco dei ’93”. Nello specifico parliamo di: Francesco Chouchane, Pietro Di Benedetto e Teodoro De Palma. Il pivot Chouchane ha già vestito in passato la maglia dell’Azetium Rutigliano – così come quella della Virtus Rutigliano under 21 – ed è pronto, ora, per rimettersi in gioco e dimostrare la sua verve realizzativa. Un quid non indifferente di esperienza può vantare, invece, Pietro Di Benedetto che , nonostante la sua giovane età, ha già calcato i palcoscenici di numerose categorie.Dai trascorsi in maglia Sammichele tra Juniores e Serie C1 al campionato Under 18 vinto a Turi , sponda Thuriae. Dalla conseguente convocazione nella Rappresentativa Pugliese di categoria alla parentesi Under 21 con l'Ares Mola, con cui ha avuto modo di timbrare gettoni di presenza anche in Serie B. Per finire, poi, il ritorno al Thuriae nel massimo campionato regionale, ovvero la Serie C1. Teo De Palma, infine, rappresenta – così come riportato sul comunicato della società – una “scommessa del Ds Moccia”, essendo alla prima esperienza nel calcio a 5. Figlio del più quotato calcio a11, De Palma può vantare , nel proprio curriculum calcistico, un importante esperienza in Eccellenza con la maglia del Castellana Grotte. In attesa di nuove peripezie targate Azetium, l’invito della società è quanto mai chiaro: “Continuate a seguirci, abbiamo ancora delle sorprese”.

MICHELE RUBINO



Pietro di Benedetto Teo de Palma Francesco Chouchane

Commenti  

 
#2 Azetium 2016-08-31 18:50
Bisogna fare chiarezza. Contattare i giocatori senza interpellare la società è poco serio, soprattutto se poi si denigra l'altra società.
Tralasciando questi dettagli noi abbiamo allestito una squadra di giovani sarebbe stato assurdo se gigante non fosse stato al centro del progetto, e non stiamo parlando di costrizione ma di vivere un campionato da protagonista anche se in una serie inferiore.
Detto ciò il ragazzo ha 19 anni di tempo per fare carriera ce n'è molto e con l'esperienza maturata disputando un altro campionato non può fargli che bene.
 
 
#1 sportivo 2016-08-22 13:57
Una società che non supporta le ambizioni di un giocatore come Gigante e che non mira alla sua crescita, precludendogli la possibilità di partecipare a un campionato di serie A2 non si può definire " sportiva ". Una vera societá sportiva dovrebbe supportare giocatori e aprirgli le porte verso la possibilità di una carriera calcistica migliore. In questo caso il DS Moccia e tutta la società ha toppato alla grande.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI